CONSIGLIO COMUNALE: ESORDIO CON POLEMICA PER RAMUNNO, APPROVATO IL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE

Il consiglio comunale di Sulmona ha approvato, questa mattina, il Documento unico di programmazione nella seduta che ha fatto registrare l’ingresso del neo assessore, Andrea Ramunno, al posto del dimissionario Elio Accardo. Un esordio con polemica dopo la domanda posta dalla consigliera di minoranza Teresa Nannarone, che ha chiesto se Ramunno avesse votato alle regionali per Marsilio. Intervento stroncato sul nascere dal presidente dell’assise civica, Cristiano Gerosolimo, che ha invitato la Nannarone a non porre domande personali, e dal sindaco, Gianfranco Di Piero, che ha sottolineato che in questi casi deve prevalere la segretezza del voto prevista dalla Costituzione. Il Documento unico di programmazione, approvato nella seduta di stamane, è stato illustrato dall’assessore al bilancio, Armando Critani, il quale ha precisato che e non è stata usata attivata alcuna leva fiscale. L’Imu resta invariata nelle aliquote vigenti. Per l’addizionale Irpef sarà confermata l’aliquota in vigore (0,5%). Per la tassa rifiuti (Tari) le tariffe saranno adeguate all’aggiornamento del Piano economico finanziario (Pef) 2024-2025. Per il Canone unico patrimoniale sono state confermate le tariffe ed è stato dimezzato il tributo relativo ai chioschi-edicole, considerata la crisi del mercato. Infine per le società partecipate Cogesa e Saca viene assegnato l’obiettivo di una riduzione del 60% delle spese per convegni, studi, ricerche e ritenute non possibili le sponsorizzazioni, escluse dall’oggetto sociale delle società stesse. Domani si torna in aula, alle 16, per l’approvazione del bilancio di previsione e del programma delle opere pubbliche 2024/2026.

3 thoughts on “CONSIGLIO COMUNALE: ESORDIO CON POLEMICA PER RAMUNNO, APPROVATO IL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE

  • Tanto puzze della discarica Cogesa continuano tutti i giorni e loro parlano di cavolate.

  • Meno male…
    I Paperini più grandi proteggono i più giovani ,ma sempre Paperini
    Quel meraviglioso liceo scientifico …la mia scuola.

  • Perché no, è un politico e la domanda è legittima, oppure crea qualche problema e a chi poi.
    Se la politica è una cosa seria
    aspetto una risposta.

I commenti sono chiusi