AVEVA SFONDATO LA PORTA DI CASA DELLA SUA EX, PER UN 48ENNE DI INTRODACQUA DISPOSTO IL DIVIETO DI AVVICINIMANTO

Non potrà avvicinarsi alla casa della sua ex a meno di 500 metri. Per un 48enne residente nel comune di Introdacqua è stato disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento dopo i ripetuti episodi di violenza che avrebbe messo in atto nei confronti della sua ex. Le aveva sfondato la porta di casa  portandole via anche denaro contante e oggetti d’oro. Il divieto di avvicinamento è stato disposto dal gip del tribunale di Sulmona, Francesca Pinacchio.

A chiedere la misura cautelare alla Procura è stata proprio l’ex moglie che ha dichiarato ai carabinieri di temere per la sua a incolumità. L’uomo, stando alle accuse, durante le festività natalizie, avrebbe sfondato la porta di casa della donna rubandole 45mila euro custoditi in cassaforte e un collier di circa 6mila euro. Secondo le accuse contenute nella denuncia della donna, dopo quell’episodio, il suo ex avrebbe continuato a minacciarla davanti alle figlie arrivando a lanciare pietre e oggetti contro la finestra di casa. Da qui la richiesta di misura cautelare della procura nei confronti dell’uomo accordata dal giudice per le indagini preliminari.

One thought on “AVEVA SFONDATO LA PORTA DI CASA DELLA SUA EX, PER UN 48ENNE DI INTRODACQUA DISPOSTO IL DIVIETO DI AVVICINIMANTO

  • Ma quale divieto di avvicinamento. Questa gente qua va rieducata coi lavori forzati sennò come fanno a smaltire il problema della RABBIA. Si diventa ciò che si fa. Non si cambia col pensiero. Popolo di babbei e manichei!

I commenti sono chiusi