ALTO SANGRO, GRAZIE ALLA NEVE ARTIFICIALE IN 20 MILA A SCIARE

Ventimila appassionati hanno affollato le piste del comprensorio sciistico di Roccaraso, nell’Alto Sangro, grazie agli investimenti mirati degli imprenditori locali e alla tecnologia di innevamento artificiale. L’apertura di circa 18 impianti ha garantito agli sciatori una vasta gamma di percorsi e la possibilità di godere delle meraviglie offerte dalla montagna. Mauro Del Castello, gestore della stazione di Monte Pratello, non nasconde la soddisfazione: “Ci siamo difesi bene – commenta, sottolineando che – gli investimenti nel comprensorio sciistico non si limitano alla qualità delle piste, ma includono servizi e infrastrutture che migliorano l’esperienza complessiva degli ospiti. Dalle moderne strutture di accoglienza agli impianti di risalita efficienti, tutto è stato pensato per garantire comfort e sicurezza ai visitatori. La presenza dell’innevamento artificiale si è dimostrata cruciale in una stagione caratterizzata da condizioni meteorologiche variabili, consentendo di mantenere le piste sempre ben innevate e praticabili. Questa tecnologia ha permesso di portare avanti la stagione sciistica e di offrire agli sciatori la possibilità di divertirsi anche quando la neve naturale scarseggia”. Nello scorso weekend sono rimasti aperti 18 impianti: 7 in località Aremogna, 6 a Monte Pratello e altri 5 nella zona di Pizzalto.