EVADE DAI DOMICILIARI PER PORTARE A SPASSO IL CANE E IL GIUDICE LO ASSOLVE

Evade dagli arresti domiciliari per portare a spasso il cane e il giudice lo assolve. Protagonista della curiosa vicenda giudiziaria un 26enne di Pratola Peligna, Alessandro Anzellotti, che ieri è comparso davanti al giudice Concetta Buccini per rispondere del reato di evasione.  La vicenda risale al 2019 quando il 26 enne era stato arrestato dalla squadra volante del commissariato di Sulmona per il furto di cannabis in un terreno della frazione Marane del comune di Sulmona. Nei giorni seguenti, nel corso dei controlli di routine, era stato sorpreso dalle forze dell’ordine a passeggio con il suo cane. Il giovane è stato quindi denunciato per evasione che lo ha portato davanti al giudice. “Avevo contattato tutti i miei familiari ma nessuno in quel momento era disponibile per portare fuori il cane per i necessari bisogni”, si è difeso davanti al giudice il giovane. “Per questo ho preso il guinzaglio e ho percorso appena cinquanta metri per far uscire l’animale”. Proprio in quel momento passava la pattuglia che lo ha sorpreso fuori di casa e lo ha denunciato. Un reato che il giudice ha ritenuto tenue accogliendo la richiesta di assoluzione del difensore dell’imputato, l’avvocato Mario Tedeschi.