MIASMI COGESA, INSORGONO I RESIDENTI: SOSPENDERE L’IMPIANTO

Sospendere l’impianto in via preventiva fino al ripristino della corretta gestione dei rifiuti. A chiederlo sono i residenti della frazione Marane del comune di Sulmona, secondo i quali l’elezione del nuovo amministratore unico del Cogesa non risolve i problemi. “Le recenti indagini svolte dall’Arta, su commissione del Comune di Sulmona, hanno messo in evidenza le gravi carenze che continuano a esserci nella gestione dell’impianto”. E’ quanto si legge in una nota del Comitato. “Sulla base delle segnalazioni di molestie olfattive che i cittadini denunciano quotidianamente, l’Arta ha svolto un’approfondita indagine sull’origine dei cattivi odori che affliggono la popolazione residente, anche se ancora mancano più puntuali analisi chimiche di tali emissioni, respirate dai cittadini di ogni età in un territorio dove è percepito un incremento delle malattie cancerogene”. “Tali molestie olfattive sono imputabili alla cattiva gestione della discarica, in particolare di quella già esaurita che avrebbe dovuto essere coperta e che invece provoca fughe di biogas, e addirittura fuoriuscita di percolato che emerge in laghetti nauseabondi”, sottolinea il Comitato di residenti, ricordando che “a questi si aggiungono i problemi non risolti del mancato confinamento del Tmb (Trattamento meccanico biologico), l’esposizione all’azione eolica dei rifiuti inutilmente trattati come sovvallo che vengono accumulati all’aria aperta in attesa di essere sversati nella discarica”.

One thought on “MIASMI COGESA, INSORGONO I RESIDENTI: SOSPENDERE L’IMPIANTO

  • Non preoccupiamoci che almeno un sindaco ha detto che vigileranno sul Cogesa e il suo nuovo amministratore !!!
    Sono assolutamente fuori di testa e chiaramente incapaci di intendere e volere visto che è anni che provano a vigilare, amministrare e operare il Cogesa così male.
    La cosa peggiore è che le istituzioni e soprattutto la magistratura siano latitanti o peggio.

I commenti sono chiusi