RUBARONO L’ATTREZZATURA FOTOGRAFICA A D’ALOISIO, DUE NAPOLETANI SOTTO PROCESSO

Sono accusati di aver rubato l’attrezzatura fotografica nello studio fotografico dell’attuale consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Angelo D’Aloisio. Ieri per Salvatore Pacifico e Antonio Ardis, 66enne di Napoli e 65enne di Rossano, è iniziato il processo davanti al giudice monocratico del tribunale di Sulmona.

Era l’ora di pranzo del 26 giugno 2019 quando i due, dopo aver forzato la porta d’ingresso essersi dello studio fotografico sito in via della  Circonvallazione occidentale, si impossessarono del materiale custodito all’interno: reflex, obiettivi, flash e luci da studio per un totale di 15 mila euro. Le indagini della squadra anticrimine del commissariato partirono dall’unico indizio trovato sul posto durante il primo sopralluogo: gli occhiali che i ladri avevano lasciato sulla scrivania dello studio fotografico. DEcisive, però, sono state le immagini immortalate dalle telecamere del sistema di video sorveglianza installate nella zona. Dalla ricostruzione dei movimenti delle auto e dalla targa della vettura utilizzata, la polizia riuscì a identificare e denunciare i due napoletani finiti ora sotto processo.