RIFIUTI PERICOLOSI IN DISCARICA COGESA, IL VICESINDACO BERARDI PRESENTA DENUNCIA AI CARABINIERI FORESTALI

Il Vice Sindaco Sergio Berardi, a seguito della presentazione di un ordine del giorno da parte del Consigliere Maurizio Proietti, nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 30 Dicembre scorso, nel quale si adombra l’ipotesi del possibile conferimento di rifiuti pericolosi nell’impianto Cogesa di Noce Mattei, ha presentato denuncia al Comando Carabinieri Forestali di Sulmona. Nella denuncia il vicesindaco afferma che: “Nel corso del consiglio comunale del 30 dicembre scorso, abbiamo ricevuto da parte del consigliere comunale Maurizio Proietti un ordine del giorno, in cui si chiede di verificare che bon vengano conferiti rifiuti pericolosi in discarica, poiché alcuni cittadini residenti nei dintorni della discarica hanno segnalato un traffico notturno di camion all’interno dell’impianto e l’accensione di fuochi al di fuori dell’orario lavorativo. Ritenendo questa segnalazione notizia di reato – conclude il vice sindaco Berardi – ho deciso di rappresentarla ai carabinieri del Corpo forestale per lo svolgimento di quanto ritenuto più opportuno”.

 

One thought on “RIFIUTI PERICOLOSI IN DISCARICA COGESA, IL VICESINDACO BERARDI PRESENTA DENUNCIA AI CARABINIERI FORESTALI

  • Tre o quattro anni fa’ le falde acquifere a monte e a valle della discarica sono state certificate avvelenate insieme ad altri scempi amministrativi e di gestione. Un esposto alla procura è stato depositato e adesso vi preoccupate di rifiuti pericolosi ???
    Il pericolo sono le istituzioni e la politica che non funzionano e che anzi ostacolano qualsiasi progresso o giustizia.
    Visto e considerato che nessuno può fare niente per fermare questi gestori delinquenti, chiudete questa bomba ambientale e censite quanti residenti moriranno di cancro nei prossimi anni nella valle Peligna.
    I carabinieri forestali potranno fare ben poco se la magistratura e procura non funzionano ed è un po’ tardi per il primo cittadino di prendersi le sue responsabilità verso i suoi cittadini e ambiente.

I commenti sono chiusi.