LA FESTA DELL’INCIVILTA’, TAPPETO DI RIFIUTI SULL’ANNUNZIATA

Nemmeno il Natale ha pietà per la scalinata dell’Annunziata. L’inciviltà di tanti avventori dei bar ha avuto conferma anche nella notte tra il 24 e 25 dicembre. Un tappeto di bicchieri di plastica e carte ha seppellito la monumentale scalinata, residuo delle consumazioni dei soliti nottambuli. Non c’è da fare. Inutile continuare a lamentare questo pessimo andazzo senza prendere provvedimenti e lasciando campo libero a comportamenti intollerabili. Dopo la bevuta, fatta anche deambulando su e giù per strada, altra modalità curiosa, la scalinata dell’Annunziata e lo stesso sagrato diventano ricettacolo di rifiuti. Solo nelle primissime ore di questa mattina, come sempre, gli operatori del Cogesa hanno fatto pulizia. Sulla scalinata, come in altri punti del centro storico. Perchè l’inciviltà, spesso ebbra di alcol, lascia traccia ovunque.

3 commenti su “LA FESTA DELL’INCIVILTA’, TAPPETO DI RIFIUTI SULL’ANNUNZIATA

  • Per evitare questa zozzeria bisogna togliere le deroghe ai titolari dei bar, le forze dell’ordine la devono smettere di passeggiare lungo Corso Ovidio devono far rispettare gli orari, non è tollerabile avere una discoteca aperta dalle 19 alle 2 la notte, andate per i vicoli troverete gli scaricatori di piscio all’opera, gentaglia priva di dignità senza rispetto questa è una situazione insostenibile, il comune la smetta di concedere deroghe. Anzi faccia intervenire le forze dell’ordine.

  • È anni che il Cogesa e la sua discarica fa molto di peggio e ce lo ricorda giornalmente con profumi di ottima qualità !!!!
    Cosa potete aspettarvi da una generazione ormai condannata a malattie, menzogne e prese in giro ??
    E i perpetratori di questi scempi presenti e passati sono anche pagati profumatamente e come vedete i frutti si vivono e respirano.
    Buon Natale

    1
    2

I commenti sono chiusi.