IL PD PADRONE

Dopo il consiglio comunale di fuoco tenutosi nella giornata di ieri dove la minoranza, guidata da Teresa Nannarone ha dato un segnale di grande unità, (salvo la solita e ormai scontata apertura del capogruppo di fratelli d’italia Vittorio Masci, bastone e carota con il sindaco), attaccando in maniera puntuale l’operato politico e amministrativo della coalizione Liberamente Sulmona, torna infatti oggi a parlare di politica e nello specifico delle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale. Scade nella giornata di oggi infatti il termine per la presentazione delle liste per il rinnovo del consiglio provinciale e appare oramai scontata la ricandidatura della consigliera del Partito Democratico Antonella  La Gatta, a dimostrazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno, della supremazia numerica e di peso politico dei democratici. Volendo però analizzare la situazione e rimettendo un pò di equilibrio all’interno della coalizione potrebbero aspirare alla carica di consigliere provinciale anche il neo entrato in maggioranza Gianluca Petrella vero salvatore della sindacatura Di Piero, e che a dire il vero meriterebbe una giusta “gratificazione “, o il consigliere del movimento 5 Stelle Angelo D’Aloisio, il quale pur di salvare il sindaco ha rinunciato a un rappresentante del proprio partito in giunta sacrificando tra l’altro, l’ex assessore Attilio D andrea. L’attesa per capire come andrà a finire non sarà questa volta biblica come le consultazioni avviate dal sindaco durante la crisi politica, e già in serata si capirà se, ancora una volta, sarà il partito di Franco Casciani e Mimmo Di Benedetto a dettare la linea. O se, almeno per una volta, il Sindaco riuscirà a ristabilire un minimo di equilibrio tra le parti politiche. Anche se i fatti hanno dimostrato e continuano a dimostrare che il primo cittadino è sempre più nelle mani del clan Pd. Forse anche per questo nelle sue dichiarazioni sente il bisogno di rimarcare continuamente una sua inesistente autonomia di pensiero.

2 commenti su “IL PD PADRONE

  • La farsa del PD continua poiché non possono o riescono a fare niente da falliti che sono.
    Come potrebbero fare da padrone quando sono così strazianti come il tuo articolo.

  • Vedo con stupore che le candidature si fanno ora sulle testate giornalistiche? Cosa non sbagliata è il fare informazione della scadenza delle candidature, cosa diversa è darne indicazioni, che credo siano “forse” più di preparazione e appoggio a “futuri articoli”, tanto per… scavalcare / influenzare / osteggiare la politica “altra”, manco fosse l’unica lista a presentarsi, ma così… si lascia intendere nel servizio!

    1
    1

I commenti sono chiusi.