FLASH MOB CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Un no forte, deciso, gridato a Piazza XX sotto lo sguardo vigile di Ovidio. Così gli studenti di quattro classi terze dell’Istituto Mazzini Capograssi di Sulmona fanno rumore per tutte quelle donne che sono state vittima di femminicidio. Non un minuto di silenzio ma chiasso, così La Diosa Onlus abbraccia l’invito di Elena Cecchettin, sorella di Giulia, morta per mano dell’ex fidanzato. I ragazzi dell’Istituto quest’anno grazie alla Onlus hanno beneficiato di un percorso di educazione ai sentimenti, alle emozioni e alla relazione.

IL SINDACO GIANFRANCO DI PIERO

Non palloni in volo, ma palloni bucati, straziati, come le donne che oggi non ci sono più, palloni scoppiati dagli studenti che scuotono le coscienze. “La manifestazione di oggi è un simbolo di civiltà – afferma il sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero presente al flash mob – che da questa piazza grazie a voi studenti si eleva. State dando un messaggio forte contro la violenza di genere, contro la violenza sulle donne. Purtroppo l’attualità impone una riflessione a ciascuno di noi, c’è necessità di iniziative mirate a dire no alla violenza di genere”. Il primo cittadino inoltre ringrazia gli studenti, il corpo docenti e La Diosa Onlus “per l’impegno che in questi anni ha profuso su questo tema che si può combattere soltanto attraverso la formazione e la prevenzione. Dobbiamo partire dalle scuole, dobbiamo partire dai ragazzi, dobbiamo partire dalle nuove generazioni”, conclude Di Piero. Presenti anche l’assessore Ilenia Rico e i consiglieri Antonella La Gatta e Gianluca Petrella.

Anche l’Amministrazione comunale illuminerà di rosso, questo pomeriggio alle ore 17, il palazzo municipale per aggiungersi al coro dei “no” alla violenza contro le donne. (g.p)

One thought on “FLASH MOB CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

  • contenta si poter seguire cosa accade nella mia citta’ natia, grazie.

I commenti sono chiusi.