SCANNO, DOPO IL MASSO CADUTO SGOMBERATI 4 RESIDENTI

Per motivi di pubblica incolumità è stato disposto con ordinanza comunale lo sgombero dei quattro abitanti che risiedono stabilmente nel condominio “Le Vallocchie”, una palazzina di 12 appartamenti in via Pescara a Scanno, dove sabato mattina attorno alle 9.30 un masso di circa 150 metri cubi si è staccato dal pendio del monte adiacente alla carreggiata ed è precipitato su un’auto senza nessuno a bordo, parcheggiata sul ciglio della strada in località San Martino.  L’enorme roccia ha arrestato la sua corsa sulla vettura, distruggendola completamente: circa 50 metri più in basso il condominio è abitato tutto l’anno da quattro persone di cui un’anziana con disabilità e saltuariamente da vacanzieri. L’ordinanza del sindaco di Scanno, Giovanni Mastrogiovanni, di chiusura della strada e di evacuazione degli abitanti è stata disposta sulla base della relazione del responsabile dell’Utc, con la quale sono stati riscontrati evidenti problemi di sicurezza lungo la via che sabato è stata interessata dallo smottamento del pendio, e su disposizione del comando provinciale dei vigili del fuoco dell’Aquila, che ritiene necessario disporre verifica e sopralluogo da parte di un tecnico abilitato per accertare il reale stato del fenomeno. Il divieto di transito sulla strada e di accesso alla palazzina, permarrà fino a che non vengano effettuati i dovuti accertamenti. Da marzo operai erano a lavoro per la messa in sicurezza della parete rocciosa interessata dallo smottamento, con perforazioni per reti in aderenza e barriere paramassi, ma fortunatamente non erano a lavoro sabato mattina.