INNOVAZIONE TECNOLOGICA, LA GIOSTRA CAVALLERESCA VINCE UN BANDO PNRR

Trovarsi proiettati “dentro l’azione” della Giostra cavalleresca,  a 360°, in una vera e propria esperienza coinvolgente e totalmente immersiva da vivere sia in modo “passiva” (come qualsiasi altro video tradizionale) sia in molti modi “attivi”. Si chiama Experience 360 – 1.0 il progetto realizzato dall’Associazione Giostra Cavalleresca che ha vinto il bando PNNR a supporto dei settori culturali e creativi per l’innovazione e la transizione digitale. Il progetto dal costo di 60 mila euro ha avuto un contributo di circa 40 mila euro. Un segno ulteriore che la giostra è particolarmente viva anche sotto l’aspetto culturale e dell’innovazione tecnologica. Il Progetto Giostra Cavalleresca di Sulmona Experience 360 – 1.0 mira a realizzare video a 360° / Realtà Virtuale per la piattaforma YouTube unico nel suo genere. Si potrà interagire da desktop esplorando la scena muovendo semplicemente il mouse nelle 4 direzioni; da tablet / smartphone muovendo il dito sullo schermo o spostando il device nella direzione che si intende vedere; da caschi/headset VR (cardboard, oculus/meta Quest etc…) muovendo la testa verso la direzione che si intende seguire. L’obiettivo del progetto Sulmona Experience 360 è quello di far vivere questo evento al pubblico di tutto il mondo in una forma nuova emozionante e innovativa: la realtà virtuale. Venerdì mattina i primi incontri con gli studenti della scuola Media Capograssi di Sulmona hanno dato il via al Progetto La Giostra – Scuola. Il progetto avrà la durata di sei mesi, da ottobre fino a marzo con almeno due incontri per classi, sia per la primaria che per la secondaria. Per il Presidente Maurizio Antonini, “Si tratta di un importante risultato raggiunto che consentirà ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di entrare dentro la Giostra e di apprenderne tutti i particolari, anche quelli più sconosciuti. Per il momento iniziamo con i ragazzi della scuola Capograssi per proseguire con l’Istituto comprensivo Ovidio con cui abbiamo studiato e messo a punto il progetto. Il futuro della Giostra sono i ragazzi e spetterà a loro far crescere ancora di più questa manifestazione che, nel corso degli anni, è diventata un elemento insostituibile della vita sociale e culturale della Città”.