APPUNTAMENTO CON LA TRADIZIONE: A PACENTRO TORNA LA CORSA DEGLI ZINGARI

Fervono i preparativi per la Corsa degli zingari, la manifestazione simbolo di Pacentro, ma anche tre gli appuntamenti con il folklore popolare più caratteristici della Regione. L’appuntamento è per il 3 settembre, alle 18, prima domenica del mese, in ossequio alla tradizione. Intorno alla Corsa, candidata a Patrimonio Immateriale Unesco, un cartellone ricco di eventi: il borgo abruzzese sarà animato da serate musicali ed enogastronomiche. madrina dell’edizione 2023 sarà l’ex Miss Italia, Manila Nazzaro. Al suo fianco il conduttore Rai Massimiliano Ossini, commentatore ufficiale della diretta della Corsa. Tutti i dettagli sono stati illustrati questa mattina, in una conferenza stampa nella sede della Confraternita della Madonna di Loreto. Presenti il sindaco di Pacentro, Guido Angelilli, il presidente dell’associazione  organizzatrice “Corsa degli zingari”, Giuseppe De Chellis, e il priore della Confraternita, Piero Paletta.  La storia dell’evento si perde nella notte dei tempi. Prende il suo nome dal termine “zingaro” che stava ad indicare “colui che cammina a piedi nudi”. Anche quest’anno, dalla sommità di un costone roccioso, Colle Ardinghi, i  trentacinque partecipanti,  rigorosamente scalzi, scenderanno giù dalla montagna fino al torrente Vella. Da qui, con i piedi lacerati e feriti dalle pietre e dai rovi, risaliranno le vie del paese per raggiungere la Madonna di Loreto. La porta della Chiesa resterà aperta per accoglierli, l’altare come il traguardo. Qui a tutti i  concorrenti sarà garantita una prima assistenza sanitaria per le immancabili ferite ai piedi.  Poi la premiazione del vincitore che riceverà un palio, ovvero un taglio di stoffa di lana per confezionare un abito maschile, riconoscimento molto ambito nel Medioevo. Quindi, per lui, la celebrazione del trionfo, portato a spalla tra due ali di folla per le vie del paese. La Corsa pacentrana si colloca di diritto tra le più antiche tradizioni d’Italia. Anche per questo, ha ricevuto, quest’anno, due importanti patrocini che si aggiungono a quello della Regione e del comune di Pacentro.  “Quello del Ministero del Turismo che ha riconosciuto la coerenza della Corsa con la loro missione istituzionale, un vero onore per Pacentro e tutta la sua comunità”, ha spiegato De Chellis, “E quello dell’Aeronautica Militare. In pochi sanno che la Madonna di Loreto, festeggiata come da tradizione insieme alla Corsa, è anche la loro protettrice. Ecco perché quest’ultimo riconoscimento istituzionale ci onora particolarmente”.  In attesa della corsa, i festeggiamenti inizieranno il 31 agosto alle 21:30 in piazzale Madonna delle Grazie con la proiezione di “Carne et Ossa”, docufilm dedicato all’evento di Roberto Zazzara, prodotto da Cristiano di Felice e Veronica Naccarella per IFA Scuola di Cinema nell’ambito del progetto IFA Glocal Film, in associazione con Sulmonacinema Aps,con il contributo di Regione Abruzzo, Comune di Pacentro, Associazione Corsa degli Zingari. “Invito tutta la cittadinanza a partecipare perché il film è molto bello. Fa  vedere la Corsa in modo più introspettivo”, ha sottolineato il Sindaco. Sabato 2 settembre, in via Roma, sarà la volta del concerto dei Ricchi e Poveri. Domenica 3 settembre, il grande giorno della corsa. Alle 16:00 partirà la Corsa degli Zingarelli, una competizione fatta da bambini da 2 ai 12 anni che apprendono sin da piccoli le tradizioni e la cultura della comunità a cui appartengono. Alle 18:00 la Corsa degli Zingari vera e propria che sarà trasmessa in diretta dalle 17:45 alle 19:00 sul Canale 157 del digitale terrestre e in differita su Padre Pio Tv (LCN 145 del digitale terrestre, 445 della piattaforma TivùSat e 852 di Sky) e sul sito www.padrepio.tv. “Il nostro obiettivo è quello di aumentare ogni anno il numero dei partecipanti alla Corsa. Ma quest’anno siamo particolarmente felici di sapere che tra i concorrenti ci saranno dei quattordicenni”, spiega Giuseppe De Chellis, che ha ringraziato tutti coloro che lavorano tutto l’anno per la preparazione  e la riuscita della manifestazione. “Che ragazzi così giovani sentano così forte il legame col territorio in cui sono nati ci fa ben sparare per il futuro”. Dopo le premiazioni, la giornata sarà chiusa alle 21:30 dallo spettacolo di Emanuela Aureli e la sua band a cui seguiranno i tradizionali fuochi pirotecnici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Available for Amazon Prime