IL CALDO DI QUESTI GIORNI POSSIBILE SERBATOIO ENERGETICO PER EVENTI ESTREMI

Il caldo accumulato in questi giorni rappresentano un potenziale serbatoio energetico ad altissimo potenziale.
Se riuscissero ad infiltrarsi correnti d’aria più fresche in un’area così surriscaldata accadrebbe un po’ come quando in una padella di olio bollente ci buttiamo dell’acqua.
D’altronde, così come detto dal meteorologo aquilano Stefano Bernardi, è bastata un’impercettibile infiltrazione di aria un po’ più fresca per innescare temporali nel centro Italia. Precipitazioni che neanche i modelli matematici tra i più affidabili avevano previsto.
Figuriamoci se dovesse arrivare una vera e propria corrente d’aria più fresca.
D’altronde al Nord l’ingresso di correnti fresche un po’ più organizzate hanno addirittura prodotto un violento tornado a Milano in zona Cernusco sul naviglio.
Cosa dire inoltre dei chicchi di grandine distruttivi e financo più grandi di palle da tennis caduti in Veneto?
Bernardi anche in questo caso invita ad essere molto attenti. D’altronde è un cultore della prevenzione e come tale non perde mai l’occasione per invitare tutti a tenersi pronti per tutte le eventualità.
Anche perché il serbatoio energetico ad alto potenziale che si è andato predisponendo potrebbe davvero rappresentare un’autentica bomba ad orologeria.
Available for Amazon Prime