PISTOLA IN AUTO, L’INDAGATO SI DIFENDE: L’HO TROVATA LUNGO L’AUTOSTRADA

Resta agli arresti domiciliari Aldo Ferrera, il 47enne siciliano di origine e residente da anni a Pratola Peligna. L’uomo era stato arrestato l’altro giorno, dal Nucleo Operativo della compagnia dei Carabinieri di Sulmona dopo essere stato fermato ad un posto di blocco nei pressi del casello autostradale di Pratola Peligna. Nascosta nel cruscotto della sua auto Ferrera i carabinieri hanno trovato una pistola calibro 765 e con dodici proiettili custoditi in un barattolo bianco. L’uomo è accusato  di ricettazione, (la pistola aveva il codice abraso), detenzione illegale di arma da fuoco e detenzione di munizionamento. Davanti al giudice per le indagini preliminari, Alessandra De Marco, il 46 enne, difeso dall’avvocato Angelo Pace,  si è difeso affermando di aver trovato la pistola lungo l’autostrada e di averla conservata in macchina per restituirla al legittimo proprietario. Una versione poco credibile tanto che il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha confermato per l’indagato la misura cautelare degli arresti domiciliari. Nel frattempo i carabinieri continuano a indagare  per scoprire se la pistola detenuta dal 47enne può essere collegata con alcuni episodi criminali  che si sono verificati negli ultimi mesi sul territorio peligno.

Available for Amazon Prime