GRAVI MINACCE IN PIAZZA, IL TRIBUNALE LO CONDANNA

E’ stato condannato alla pena di un mese di reclusione, pena sospesa, dal Tribunale Monocratico di Sulmona, Nello Capaldo, residente a Cansano, per ripetute e gravi minacce, anche di morte, che avrebbe rivolto verso Alessandro Lozzi. I fatti risalgono al luglio del 2020 quando, secondo l’accusa confermata dalla sentenza di primo grado, Lozzi, sarebbe stato preso di mira dal Capaldo in due distinte occasioni. Una di queste in pubblica piazza davanti a diverse altre persone, la cui presenza evidentemente non è servita da deterrente. Con la sentenza, pronunciata ieri, il giudice ha disposto anche il pagamento delle spese processuali ed il risarcimento del danno, ritenuto evidentemente piuttosto significativo in relazione al reato perché, oltre al rimando alla separata sede civile per la quantificazione, è stata concessa una provvisionale immediatamente esecutiva di 1500 euro; il Capaldo dovrà anche pagare le spese legali per la costituzione della parte civile liquidate in 3592 euro.
Available for Amazon Prime