ATTI PERSECUTORI, IL GIUDICE “ACCORCIA” LE DISTANZE TRA UN SULMONESE E LA SUA EX

Il giudice accorcia la distanza di divieto di avvicinamento alla moglie e ordina ai servizi sociali di stilare un calendario per favorire gli incontri tra il padre e i figli. È quanto prevede l’ordinanza firmata l’altro giorno dal giudice Alessandra De Marco nei confronti del 44enne di Sulmona accusato di stalking e di atti persecutori nei confronti della moglie e dei suoi familiari. In particolare il provvedimento parzialmente riformato dal giudice dopo l’interrogatorio di garanzia nel corso del quale l’uomo che è difeso dall’avvocato Alessandro Margiotta, si è avvalso della facoltà di non rispondere, prevede l’accorciamento di 100 metri della distanza del divieto di avvicinamento dai luoghi frequentati dalla persona offesa e dai suoi familiari che passa da 300 a 200 metri.  Inoltre il Gip, a tutela del diritto di bigenitorialità dei figli, ha disposto la trasmissione dell’ordinanza ai servizi sociali per approntare un calendario di incontri di concerto con la vittima dello stalking. Una modifica della misura cautelare che, come emerge dall’ordinanza, non cambia la consistenza delle accuse. L’uomo è accusato di aver fatto almeno 50 messaggi al giorno all’ex moglie, continue telefonate, minacce al grido di “ti ammazzo e vi ammazzo” (in riferimento ai congiunti della donna), si sarebbe presentato  sul luogo di lavoro della ex e in un’occasione sarebbe arrivato perfino a tentare l’aggressione fisica nei confronti della donna, utilizzando un martello. Tragedia che sarebbe stata evitata solo grazie all’intervento dei parenti della vittima e dei Carabinieri. Due anni di continue vessazioni  dal 2021 al 2023, che hanno costretto la vittima a rivolgersi alla giustizia.

One thought on “ATTI PERSECUTORI, IL GIUDICE “ACCORCIA” LE DISTANZE TRA UN SULMONESE E LA SUA EX

  • E sì è così che si fa’ per risolvere i problemi dei pazzi.
    Questa volta non sono sicuro se è l’avvocato difensore o il magistrato fuori di testa ma tanto è tutto nella normale amministrazione dei misfatti.

I commenti sono chiusi.

Available for Amazon Prime