IL GIRO D’ITALIA HA LASCIATO L’ABRUZZO PER TORNARE IL 12 MAGGIO

Ha lasciato l’Abruzzo, questa mattina, la carovana del Giro d’Italia che, dopo la tappa di ieri, che ha portato i ciclisti da Teramo a San Salvo e la crono di sabato, è ripartita da Vasto per raggiungere Melfi in Basilicata. Una fantastica tre giorni, caratterizzata da bagni di folla e da un autentico tripudio di colori ed entusiasmo, che sarà impreziosita, venerdì 12, dall’arrivo in quota a Campo Imperatore. Scommessa vinta in pieno per la Regione e per il presidente Marco Marsilio che è partito da lontano per ipotizzare e poi proporre alla RCS il progetto della Grande partenza dalla Costa dei trabocchi. “Siamo contenti di essere riusciti, grazie al Giro d’Italia, a mostrare una delle meraviglie del territorio abruzzese al mondo intero – ha dichiarato il presidente Marsilio -, la risposta della gente sulle strade al passaggio della corsa è stata a dir poco straordinaria e anche i numeri delle persone collegate attraverso il web e la TV, ci dicono che si può parlare di un grande successo su scala internazionale. È stata un’emozione unica, un’avventura fantastica. Devo dire che il clima di gioiosa euforia che ha caratterizzato queste giornate – ha sottolineato – rappresenta la cifra più bella di questa esperienza”. L’arrivo di Campo Imperatore regalerà tante altre emozioni ma il presidente è già proiettato verso l’immediato futuro. “Fino a qualche anno fa, l’Abruzzo, anche per la sua posizione geografica, – ha proseguito Marsilio – è stato interessato spesso dal passaggio della corsa, anche se non in tutte le edizioni. Invece, adesso abbiamo convinto la direzione della RCS che il Giro d’Italia non può fare a meno dell’Abruzzo. Lo stesso presidente del gruppo RCS Cairo ci ha dato atto di aver lavorato bene e si è entusiasmato. Certo, il prossimo anno non avremo la Grande Partenza e non l’avremo forse per molto tempo anche perché la concorrenza è agguerritissima ma siamo certi che l’Abruzzo reciterà un ruolo importante anche nei prossimi anni. Non posso fare anticipazioni – ha aggiunto ancora il presidente Marsilio – ma sicuramente ci sarà da divertirsi. Quello che invece mi sento di prevedere è che abbiamo creato le premesse affinché il cicloturismo faccia a un grande salto di qualità anche nella nostra regione. Del resto, gli investimenti sono stati ingenti non solo sulla Via verde-Costa dei Trabocchi ma su tutta tutta la ciclovia adriatica che parte da San Salvo arriva fino a Martinsicuro. E’ di poche settimane fa anche il decreto che stanzia fondi per le piste ciclabili dell’interno. D’altronde, sono le connessioni necessarie affinché l’intero sistema ciclabile abruzzese possa decollare in termini di attrattività e quindi di presenze turistiche”.

One thought on “IL GIRO D’ITALIA HA LASCIATO L’ABRUZZO PER TORNARE IL 12 MAGGIO

  • 9 Maggio 2023 in 00:55
    Permalink

    Possono fare tanto e poi tanto ma se continuano a lasciare che l’ambiente e i cittadini della valle Peligna vengano avvelenati impunemente, chissà cosa combineranno per i poveri turisti ignari.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *