FURTI NEL CENTRO ABRUZZO, I SINDACI CHIEDONO AL PREFETTO MAGGIORI CONTROLLI

L’aumento di furti in abitazione o nelle sedi di attività commerciali hanno spinto i sindaci della Valle Peligna e della Valle Subequana a chiedere al Prefetto Cinzia Torraco maggiori controlli. “Come ormai noto, i nostri territori sono stati investiti da un’anomala ondata di furti in abitazioni ed attività commerciali, a far data da dicembre 2022 e, senza sosta, fino alla data odierna”. E’ quanto scrivono in una lettera i primi cittadini di Raiano, Pratola Peligna, Goriano Sicoli, Vittorito, Castel di Ieri, Prezza, Secinaro, Introdacqua, Campo di Giove, Rocca Pia, Villalago, Molina Aterno, Roccacasale, Anversa degli Abruzzi, Castelvecchio Subequo, Bugnara, Cocullo, Pettorano sul Gizio, Gagliano Aterno, Cansano e Scanno che “nonostante le continue interlocuzioni con il Prefetto e i rinforzi delle forze dell’ordine del territorio con servizi mirati, i malviventi continuano quotidianamente a mettere in atto i furti”, proseguono i sindaci, “ormai sono quotidiane le notizie nei nostri comuni, generando la convinzione che i ladri siano ormai ben radicati nel territorio. Seppur ringraziando sentitamente per ogni utile sforzo messo in campo nell’interesse dei territori e delle popolazioni da noi amministrate e ben consapevoli delle enormi difficoltà che l’esposta problematica comporta, è facile intuire che la situazione genera preoccupazioni, ansie e paure nella cittadinanza”, aggiungono i sindaci che chiedono al Prefetto Torraco di tenere alta la guardia sul fenomeno, purtroppo ancora in corso, nonché di prevedere un ulteriore rinforzo alle forze dell’ordine operanti sul territorio e di suggerire ogni utile azione che possa comportare un’urgente soluzione alla vicenda.