MANCA IL NUMERO LEGALE E SALTA IL CONSIGLIO COMUNALE: È CRISI NELLA MAGGIORANZA

Le fibrillazioni in atto nella maggioranza si ripercuotono inevitabilmente sui lavori del consiglio comunale. La seduta prevista per questa mattina è andata deserta per mancanza del numero legale. Il che ha costretto il presidente del consiglio comunale Cristiano Gerosolimo a sospendere la seduta e a rinviarla a domani mattina alla stessa ora. Ma il segnale politico che esce fuori oggi è chiaro e preciso: la maggioranza non è più compatta. Anzi. Il lavoro ai fianchi portato avanti in questi ultimi mesi dai tre consiglieri comunali dissidenti, Teresa Nannarone (oggi presente), Caterina di Rienzo e Maurizio Proietti, (entrambi assenti), sta iniziando a sfiancare la maggioranza che non è in grado più di portare avanti un progetto condiviso. L’esecutivo lavora per proprio conto, così come alcuni settori come i lavori pubblici che stanno andando avanti per inerzia grazie al lavoro fatto anche dall’amministrazione precedente. Le commissioni non si riuniscono e se non si riuniscono le commissioni significa che la maggioranza non lavora, spaccata com’è su tanti argomenti e financo sul programma di mandato che hanno firmato tutti insieme e che ora non riescono a portare avanti. Un fallimento completo certificato dai tre consiglieri comunali dissidenti che potrebbero abbandonare la nave da un momento all’altro lasciandola affondare magari quando, entro il prossimo 30 aprile, ci sarà da votare il bilancio. Insomma l’amministrazione guidata dal sindaco Di Piero sembra ormai giunta al capolinea a distanza di solo 1 anno e mezzo dal suo insediamento. E grazie all’atteggiamento di un partito, il PD, che ha sempre pensato a governare da solo, prima facendo razzia di incarichi e posti nell’esecutivo perché convinto di aver vinto, da solo le elezioni, e poi insistendo nello stesso comportamento anche quando dopo aver perso alcuni importanti pezzi per strada, avrebbe dovuto ridimensionare le proprie pretese facendo salire sul ponte di comando anche le persone originariamente escluse. È il risultato di una coalizione che aveva un unico obiettivo: sconfiggere Andrea GEROSOLIMO, senza pensare che poi c’era da  governare una città. 

One thought on “MANCA IL NUMERO LEGALE E SALTA IL CONSIGLIO COMUNALE: È CRISI NELLA MAGGIORANZA

  • 31 Marzo 2023 in 16:08
    Permalink

    Per fortuna che sono riusciti almeno ad allontanare Geronimo dal Cogesa così almeno potrà bancarottare in pace e magari ricominciare come si deve con altri delinquenti a capo !!!!
    I politici sanno solo rovinare e distruggere tutto.
    E ancora siamo qui a parlarne e soffrire.

I commenti sono chiusi