CONSIGLIO COMUNALE SALTATO, LA MAGGIORANZA ACCUSA LA MINORANZA

“Siamo certi che i cittadini di Sulmona ringrazieranno la minoranza per aver impedito, con la sua assenza, la seduta del Consiglio Comunale in cui si sarebbero dovuti votare provvedimenti importanti quali la cosiddetta pace fiscale”. Alle accuse arrivate dalla minoranza che, dopo il consiglio comunale andato deserto di questa mattina,   considerano l’amministrazione guidata dal sindaco Di Piero, giunta al capolinea, la coalizione che sostiene il sindaco risponde bollando l’opposizione come “politica dell’assenza”.

“Ringraziamo la minoranza, assente anche oggi, così come è stata assente quando ha disertato l’aula per non affrontare le grandi criticità del COGESA, per non aver ritenuto necessario di partecipare all’incontro, convocato dopo il consiglio comunale, con le categorie interessate (Confcommercio, Anci, ecc) che avevano richiesto un confronto su centrale Snam e metanodotto”, scrivono in una nota Intesa per Sulmona, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, SBIC e Sulmona libera e forte.

Gli argomenti quali le sorti del Cogesa, la centrale di compressione e il metanodotto non possono essere riportati semplicisticamente a “fatti” della maggioranza, sono temi che investono tutti i cittadini e il Consiglio Comunale nella sua totalità senza distinzioni tra maggioranza e minoranza. La Politica è partecipazione, è presenza per risolvere con confronto e concertazione i problemi della città. Un bel modo di ricompensare la fiducia dei cittadini che li hanno votati: disertare il consiglio e l’incontro con le parti sociali. A loro giungano i nostri complimenti”, concludono i partiti che sostengono la maggioranza.

 

Available for Amazon Prime