SPIATA DAL VICINO CON LA TELECAMERA, UNA DONNA DENUNCIA TUTTO ALLA POLIZIA

Aveva detto che quella telecamera gli serviva come deterrente dai furti e per sentirsi più protetto quando non era in casa. In realtà l’avrebbe utilizzata per spiare la vicina, una 46enne di Sulmona, la quale accortasi del giochetto, si è recata in commissariato e ha denunciato il vicino. Secondo la donna, la telecamera messa in quel posto non la renderebbe più libera.

L’altro giorno la 46enne è tornata di nuovo in Commissariato perchè, a due anni dalla prima denuncia, nulla si sarebbe mosso, tanto che il proprietario del sistema di video sorveglianza, l’avrebbe reso ancora più potente. “Anche io recentemente mi sono dovuta tutelare installando una telecamera. Ma non l’ho puntata sull’abitazione attigua”, ha riferito la donna ai poliziotti. Nello specifico, stando all’esposto della 46 enne, la telecamera del vicino sarebbe in grado di immortalare e identificare tutte le persone che entrano nel viale della sua abitazione. Sulla telecamera sarebbe presente anche un microfono che, essendo molto vicino all’abitazione della donna, riuscirebbe a captare perfino le conversazioni. Infine il cartello segnalante l’area videosorvegliata sarebbe collocato molto distante dalla posizione della telecamere. Tutte osservazioni che, secondo la 46enne configurerebbero un’interferenza illecita sulla sua vita privata. Da qui la nuova denuncia nella speranza che questa volta venga accontentata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *