COGESA, CHI TOCCA I FILI MUORE

di Luigi Liberatore – Siamo arrivati alla lotta per l’eredità. Oppure, come si dice nel gioco delle carte, al rilancio. Qualunque definizione volessimo usare, la vicenda del Cogesa ci pone di fronte a uno squallore politico-amministrativo senza precedenti. E’ notizia fresca l’emissione di un parere legale, voluto da quei venti sindaci “giapponesi”, per cui sarebbero nulli tutti gli atti emessi dall’assemblea che hanno portato alla nomina di Franco Gerardini al vertice di Cogesa. E’ un parere, sicchè ha il valore della risposta che darebbe un qualsiasi oste sulla bontà del suo vino. Suppongo che quei sindaci virtuosi che stanno tentando in ogni maniera di mantenere in vita, e di rilanciare l’azienda, pure loro vogliano controbattere con un parere legale, per cui saremmo al marasma finale. Vorrei dire a questi ultimi di lasciar perdere, di fare quadrato attorno a Gerardini che non è solo un tecnico, ma un amministratore illuminato, e che rappresenta la vera speranza di riportare certezza, garanzie ed efficienza in un ambito, quello della gestione dei rifiuti, nel quale ha spadroneggiato la peggior politica. Vorrei loro consigliare, ancora, di tener fede alla convinzione di giustezza sulla quale hanno fondato le loro decisioni di fine anno, di andare avanti e di non farsi irretire dal gioco dei pareri e dei poteri che porterebbe davvero alla morte di Cogesa. Quei venti sindaci ponessero al giudice ordinario le loro pretese, ma che pagassero di persona pareri e iniziative giudiziarie, perché non è consentito più di folleggiare a spese di Cogesa. Pensassero, invece, a come salvare l’azienda, a dare segnali di certezze ai cittadini in materia di salubrità, ad offrire tranquillità ad operai e maestranze, a non favorire, coi loro comportamenti, il volo dei corvi che aspettano solo il segnale giusto per fiondarsi sul corpo ferito dell’azienda. Cogesa, secondo me, ha ancora un livello di tolleranza sufficiente per consentire a terra giochi e giochetti; ma è come quei vecchi pali della luce che a una certa altezza avevano un avviso: chi tocca i fili muore 

3 pensieri su “COGESA, CHI TOCCA I FILI MUORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *