ACCUSATO DI ASSENTEISMO, IL GIUDICE ASSOLVE L’EX VICE COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE

Era stato accusato di assenteismo per essersi assentato per pochi minuti dal posto di lavoro. Un comportamento fuori dalle regole per l’allora comandante del corpo di polizia locale di Sulmona, Leonardo Mercurio che oltre a denunciarlo all’autorità giudiziaria ha anche aperto nei suoi confronti, un provvedimento disciplinare. Oggi, Maurizio Paolini, all’epoca vice comandante, è stato assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Sulmona, Francesca Pinacchio, perché il fatto non sussiste. I fatti fanno riferimento al 2020 quando l’imputato si allontanò dall’ufficio per recarsi a casa a prendere il telefono di servizio e in farmacia per acquistare un farmaco per la pressione. Secondo l’allora comandante Leonardo Mercurio, senza essere autorizzato, tanto che Paolini è finito sotto processo, così è scritto nel capo d’imputazione, per essersi assentato dal posto di lavoro, con raggiro e artificio. L’inchiesta, come detto,  è scaturita dalla segnalazione dell’ex Comandante del Corpo, Leonardo Mercurio, ora in servizio nella polizia locale di Scafa, in un periodo non proprio sereno per la Municipale che ha portato a denunce  ed esposti anche contro il maggiore Mercurio. Questa mattina, davanti al giudice hanno sfilato cinque testi tra cui il sindaco della città, Gianfranco Di Piero, l’ex comandante ora in pensione, Antonio Litigante e altri vigili urbani. Dopo aver ascoltato tutti, il giudice ha assolto l’imputato da tutte le accuse.

3 pensieri su “ACCUSATO DI ASSENTEISMO, IL GIUDICE ASSOLVE L’EX VICE COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE

  • 12 Gennaio 2023 in 22:44
    Permalink

    Non capisco, è andato a casa è andato in farmacia, le cause possono anche essere plausibili, ma il fatto resta! Bhooooo

    Risposta
    • 13 Gennaio 2023 in 22:54
      Permalink

      Andato a casa a recuperare il cellulare di servizio e in farmacia a prendere un farmaco mica è andato a farsi la spesa oppure a dormire in servizio. Quindi se andava al bar a prendersi un caffè era assente ingiustificato!? Il comandante nome la conta giusta…

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *