CENTENARIO PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, MARSILIO: NOSTRO DOVERE PRESERVARE BELLEZZA TERRITORIO

I cento anni dall’istituzione del Parco Nazionale d’Abruzzo sono stati celebrati oggi, a Pescasseroli, al centro Natura, con un convegno che ha ripercorso tutti gli interventi che hanno caratterizzato la storia centenaria. Presenti, tra gli altri, il presidente della giunta regionale, Marco Marsilio e il vice presidente del consiglio regionale Roberto Santangelo. Il convegno è stato organizzato nell’ambito delle celebrazioni del Centenario del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise istituito con decreto legge n. 258 del 11 gennaio 1923 già sorto per l’iniziativa privata il 9 settembre del 1922. “Occorre continuare a coltivare questa capacità di sintesi – ha commentato Marsilio – questo dialogo tra le amministrazioni del Parco di gran lunga migliore rispetto al passato, in cui veniva alimentata la conflittualità.  Oggi i parchi abruzzesi  funzionano davvero dove l’ importanza della tutela dell’ambiente è condizione essenziale per garantire la conservazione del territorio e degli equilibri ecologici per le generazioni presenti e future insieme alla attrattività turistica. Assistiamo così ad un inversione di tendenza e la  valorizzazione del bene Parco sta cominciando a dare i suoi frutti. Abbiamo il dovere di preservare la bellezza del territorio per coloro che hanno scelto di vivere e lavorare qui, cittadini, associazioni, imprese, agricoltori e allevatori, dove la natura insieme al lavoro dell’uomo mostrano una sublime convivenza”. “Il nostro compito è quello di accompagnare questo percorso. Il consiglio regionale ha sostenuto con legge queste celebrazioni ma non è solo un fatto celebrativo, significa anche rimarcare l’importanza e il valore che noi tutti diamo a questi territori”.

Un pensiero su “CENTENARIO PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, MARSILIO: NOSTRO DOVERE PRESERVARE BELLEZZA TERRITORIO

  • 11 Gennaio 2023 in 23:34
    Permalink

    Marsilio non vive in questo pianeta !!!!
    Centrale Snam nella valle Peligna in mezzo a tre parchi ????
    Ma che coraggio e determinazione a rovinare l’Abruzzo completamente!!!
    Bravo continua così.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *