COGESA, LE BATEAU IVRE…

di Luigi Liberatore – Abbiamo preso a prestito il titolo di una delle più belle composizioni del poeta francese Rimbaud, perché di mio non riuscivo a trovare immagine migliore per descrivere la situazione in cui si trova Cogesa; traduciamo il titolo con una versione libera: il battello ubriaco! Ditemi voi se non sia questa l’impressione che si ha pubblicamente della società Cogesa al termine dell’Assemblea dei soci, cioè dei rappresentanti delle amministrazioni comunali e societari che la compongono, i quali non hanno votato il bilancio, per poi “licenziare” il consiglio di amministrazione con un atto che sembrerebbe in contrasto con lo statuto in quanto assunto senza numero legale. In questo ultimo caso si sono astenuti i Comuni di destra.  Non è tutto. Contro il Bilancio presentato da Cogesa ha votato contro perfino il rappresentante della ASM, la società aquilana multiservizi che viene a scaricare a Sulmona i rifiuti indifferenziati dell’Aquila e che vorrebbe continuare a farlo a quattro soldi, ma non si è fatto vedere quando si è trattato di mandare a casa il CDA. Si è dato alla macchia anche il sindaco di Castel di Sangro, che come presidente della Provincia aveva cercato qualche giorno fa, ma inutilmente, di mediare le posizioni interne. Volete sapere come la penso? Innanzitutto non vogliono che Franco Gerardini approdi al vertice di Cogesa perché sanno che in quel modo la politica non avrà più voce in capitolo, e smetterà così di pensare che Cogesa sia una loro riserva di caccia; Gerardini  agisce lungo le coordinate del supertecnico che sa risanare società e ambiente, senza cedimenti, ecco perché non piace. Poi, non essendo un complottista, da osservatore, però, penso che il più credibile dei progetti sia quello di portare allo sfinimento l’attuale azienda in quanto c’è già in giro chi ne raccoglierà l’eredità: l’ACEA, quel colosso multiservizi in tema di energia e ambiente che sembra stia facendo già “la spesa” in giro per l’Abruzzo. Quale motivo migliore per la Regione e la destra tutta di alzare i calici? Alla faccia del “bateau ivre”!

2 pensieri su “COGESA, LE BATEAU IVRE…

  • 4 Gennaio 2023 in 08:00
    Permalink

    Solo per curiosità: qual’é la tua soluzione?

  • 3 Gennaio 2023 in 23:20
    Permalink

    Presto ci arriverai a capire ma se non ti informi meglio su quelle persone che dal 2019 in poi hanno scempiato il Cogesa e nominarle non arriverai a nulla ma solo alle solite poesie ( sempre se sei interessato al tuo mestiere ) .
    Anzi sai cosa ti dico esponi meglio questa situazione poiché gli enti e amministratori non so perché ma non funzionano per niente anche se sono lì per difendere l’ambiente e i cittadini !!!! Ci stanno prendendo per i fondelli e sono anche remunerati e tutelati !!!! Scandalone !
    Vai che c’è la fai

I commenti sono chiusi