ANTONELLA DI NINO, ECCO IL MIO BUON ANNO!

Siamo arrivati al termine di questo 2022.
Per me è stato un anno davvero particolare.
Mi ha regalato tante emozioni diverse. Belle, anzi bellissime ma anche molto brutte.
È stato l’anno in cui ho avuto dimostrazione genuina dell’affetto dei miei concittadini.
Ho lavorato per cinque anni senza risparmiarmi cercando di rispondere alle più disparate esigenze con il supporto di una maggioranza sempre operativa e compatta.
Ho rinunciato a tante cose pur di essere sempre presente e soprattutto pur di mettere al servizio della comunità tutta me stessa, con i miei pregi ed anche con i miei difetti di cui mi scuso se non sono riuscita a correggerli.
Ho pensato sempre che non si fa il Sindaco ma se ci si crede davvero, si è Sindaco.
Ed io ho cercato di essere il Sindaco di tutti.
Non sono mancati momenti di sconforto ma allo stesso ho opposto forza ed ottimismo.
Ho collaborato, ho condiviso, ho esposto il punto di vista del mio comune ed ho anche discusso ma sempre e soltanto per anteporre gli interessi del mio paese.
Sono arrivati i risultati, sotto gli occhi dei miei concittadini e sono stati proprio loro, in tantissimi, a regalarmi una vittoria bellissima a giugno con la quale mi hanno riconfermato alla guida della nostra Pratola ed a loro sono sentitamente grata.
Non nego di essere arrivata stremata dalla fatica accumulata nei cinque anni passati ma quella vittoria così carica di sentimento mi ha dato la spinta per affrontare un nuovo mandato con la stessa determinazione. E così è stato in questa seconda parte dell’anno in cui, non da ultimo in questi due giorni, sono arrivate graduatorie e provvedimenti che ci hanno visto destinatari di tanti altri finanziamenti.
Spero di avere sempre insieme alla mia maggioranza la stessa forza per non deludere le aspettative di chi ha riposto così tanta fiducia in me e continuare a lavorare sempre per il bene della comunità.
Purtroppo però questo anno, dopo aver provato così belle emozioni, mi ha messo dinanzi ad un sentimento che mai in vita mia avevo provato.
Non ho mai avuto paura di nulla (non ho provato paura neanche quando mi sono ritrovata appesa su una verticalissima parete rocciosa sui monti del Trentino dove mi aveva portata Augusto ….. Ah la forza dell’amore 😅).
Non ho mai avuto paura di far valere le mie idee anche quando erano in controtendenza.
Non ho mai avuto paura di affrontare prove, anche dure.
Ma a fine ottobre per la prima volta in vita mia ho provato questo sentimento  per me nuovo, la paura.
La paura di perdere l’affetto più caro, mio padre. La paura della impotenza.
La paura di non sapermi affidare a qualcosa di più grande di noi.
La paura del dolore, non quello fisico ma quello dell’anima.
Ho vissuto settimane angosciata ma ho nel
contempo cercato di mantenere lucidità e concentrazione.
Ho anteposto mio padre nella scala delle priorità senza mai, tuttavia, disinteressarmi del mio paese per il quale ho ugualmente continuato a lavorare con dedizione e passione.
In quei momenti, però, era lui che più aveva bisogno della sua famiglia. E la famiglia, pur con la paura addosso, ha dimostrato ancora una volta compattezza e amore dinanzi alla malattia che era entrata silenziosa alla porta di papà e quindi anche nostra.
Nelle famiglie unite le gioie di uno sono le gioie di tutti così come i dolori di uno sono i dolori di tutti.
Oggi siamo un po’ più sereni ma consapevoli del fatto che quella paura potrebbe tornare perché il percorso che si ha davanti non si può conoscere in anteprima.
Ed allora voglio concludere questo anno con un ringraziamento di cuore per tutto il bene provato ma soprattutto con un augurio rivolto a tutti, davvero a tutti, affinché il nuovo anno possa preservarci dalla paura e possa darci la forza sempre di affrontare tutte le sfide che il futuro ci presenterà.
Col cuore, Buon Anno a tutti 🥰🇮🇹💙

Un pensiero su “ANTONELLA DI NINO, ECCO IL MIO BUON ANNO!

  • 1 Gennaio 2023 in 09:47
    Permalink

    Brava ed onesta si merita lo stipendio e la gratitudine di tanti.
    Ora dia uno scossone a Sulmona così magari si svegliano e riparino danni e progetti che affliggeranno Pratola e dintorni.

I commenti sono chiusi