PUNTO NASCITA IN STAND BY, PIANO OSPEDALIERO AL VAGLIO DEL MINISTERO

Il punto nascita dell’ospedale di Sulmona si appresta a chiudere il 2022 con i soliti problemi riguardanti la carenza di personale, i turni aggiuntivi ed i numeri ridotti. Sono circa 140 i nuovi nati, quindi sotto la soglia dei 200 parti, ma il dato statistico ufficiale arriverà tra 48 ore ma quello che è certo è che il 2022 si piazza al di sotto della soglia dei 200 parti. Il dato fa riflettere ma il criterio che dovrebbe essere preso in considerazione è quello della specificità territoriale visto che, in base al piano predisposto dalla Regione, ospedali e punto nascita sono inseriti in un territorio orograficamente svantaggiato, ma politica e Asl sono in contraddizione in termini di investimenti sul reparto. Nei prossimi giorni il Ministero sarà chiamato a vagliare il piano ospedaliero elaborato nelle scorse settimane dalla Regione Abruzzo. Per quanto concerne il personale, nella pianta organica al momento risultano in servizio quattro medici su sette di cui una specializzanda con contratto a tempo determinato. Da due anni nessuno paga i turni di lavoro aggiuntivi e lo strumentario rotto non viene ancora sostituito.