GLI OPERATORI DEL SERD LANCIANO L’ALLARME SULLE DIPENDENZE DAL GIOCO D’AZZARDO

Una serie di incontri per sensibilizzare i cittadini sui pericoli costituiti dalle dipendenze al gioco d’azzardo. L’iniziativa è degli operatori del SerD di Sulmona che copre sia la Valle Peligna che l’Alto Sangro che ieri hanno incontrato i residenti di PRATOLA Peligna illustrando i dati che attualmente interessano il territorio. E si tratta di dati preoccupanti visto che la provincia dell’Aquila indossa la maglia nera per l’incidenza del fenomeno mentre l’Abruzzo rientra tra le prime tre regioni italiane in cui si gioca di più d’azzardo. Un fenomeno che al momento riguarda più i maschi che le donne, anche se i casi che interessano quest’ultimo, sono in forte crescita. Due le fasce d’età più a rischio: 25-40 anni e over 70. È stato accertato che in alcuni casi le persone anziane arrivano a giocarsi anche l’intera pensione mentre i giovani preferiscono giocare con le slot e puntare forte sulla Rete. Al momento, sempre secondo i dati esaminati dagli operatori del SerD, non è possibile stimare la portata del fenomeno in Valle Peligna in quanto sono tante le persone che pur essendo consapevoli di essere affette da ludopatia, preferiscono restare in silenzio invece di rivolgersi a strutture come il SerD che possono veramente costituire un’ancora di salvataggio. Secondo il SerD, Il gioco d’azzardo ha conosciuto la sua escalation nel periodo post pandemia a causa dell’incremento di una serie di fattori: ansia, depressione, solitudine, problemi economici e finanziari. E la ragione delle iniziative avviate dal SerD di Sulmona tra cui quella di ieri a PRATOLA Peligna, si spiega proprio così: se la montagna non va da Maometto è Maometto che la raggiunge.

2 thoughts on “GLI OPERATORI DEL SERD LANCIANO L’ALLARME SULLE DIPENDENZE DAL GIOCO D’AZZARDO

  • 29 Dicembre 2022 in 16:06
    Permalink

    L’incontro a pratola è stato tenuto dal SerD di sulmona ma co.n la collaborazione del Centro Sociale Culturale Ricreativo di Prstola.
    Che ha l’pubblicizzato l’evento , la logistica e il sistema audio che non è poco per doverosa precisazione.

  • 29 Dicembre 2022 in 12:36
    Permalink

    Come per i terremotati di L’Aquila dovrebbero tutti ricevere danni morali in quanto in molti sappiamo cosa e chi cosa le varie dipendenze e danni.
    Presto ci sarà un ministero della transizione dalle dipendenze che sistemerà tutte le morali una volta distribuito i soldi per i danni !!!!

I commenti sono chiusi