SI RIACCENDONO I CANALI MEDIASET E LA7 AD ANVERSA E COCULLO

I paesi della Valle Sagittario verso la riaccensione dei canali Mediaset e La7 in Valle Sagittario. Da maggio scorso, per motivi strettamente commerciali, Mediaset ha “oscurato” i propri canali nella zona ma adesso sono in corso le operazioni di installazione degli impianti per il ripristino del segnale televisivo digitale terrestre sul territorio di Anversa degli Abruzzi e Cocullo. Già da oggi sono di nuovo fruibili i quattro canali principali Mediaset e a breve saranno di nuovo in visibili ulteriori canali afferenti ai MUX Mediaset e LA7. A pagare però saranno i Comuni interessati. Gli utenti sono invitati a verificare la corretta ricezione dei canali attualmente disponibili e si consiglia di risintonizzare il televisore attraverso ricerca canali). “La proficua collaborazione tra le amministrazioni comunali di Anversa degli Abruzzi e Cocullo ha portato a questo primo risultato per nulla scontato, con l’obiettivo finale di restituire ai cittadini un servizio televisivo dignitoso con contenuti di intrattenimento e di informazione il più possibile plurali – precisano i sindaci di Anversa, Gianni Di Cesare e di Cocullo, Sandro Chiocchio – Si ritiene opportuno precisare, tuttavia, che questa soluzione pone in carico ai comuni oneri, finanziari e di gestione dei suddetti impianti, per funzioni che esulano dalle competenze di enti locali ormai costantemente alle prese con la carenza dei servizi e con il conseguente progressivo spopolamento”.

Un pensiero su “SI RIACCENDONO I CANALI MEDIASET E LA7 AD ANVERSA E COCULLO

  • 24 Dicembre 2022 in 15:30
    Permalink

    Sono Anversano e ad Anversa si paga il canone Tv come a Roma ma non si vedono tutti gli stessi canali.
    Le frequenze TV sono concessioni dello stato che qualche volta sono pagate dal concessionario e qualche volta sono state addirittura concesse senza contropartita : si parla di valori commerciali fino a qualche miliardo di euro! Per quale motivo il contratto di concessione dello stato non prevede , come a me sembra normale, che il concessionario debba coprire con quella frequenza tutto il territorio nazionale? Cosa fra l’altro non troppo complicata considerato che la maggior parte delle infrastrutture sono già esistenti in quanto i canali che ora non si vedono prima già si vedevano.
    In riferimento a quanto sopra pare che la legge che permette a Mediaset, alla 7 di Cairo, ecc. sia stata approvata da uno dei governi Berlusconi del passato. Alla faccia di ogni conflitto di interesse!! Però le leggi si possono cambiare se lo si vuole. E’ assolutamente assurdo che i Comuni debbano sostenere delle spese per farci vedere fra l’altro anche le pubblicità che i canali Mediaset e la7 propongono e eventualmente le loro pay per views ! Ma all’indecenza non ci sono limiti.

I commenti sono chiusi