MOVIDA, PROTESTE PER LA MUSICA AD ALTO VOLUME. DI PIERO: SANZIONI PER CHI NON RISPETTA LE REGOLE

Non hanno funzionato gli appelli al buon senso lanciati qualche mese fa sulla movida rumorosa. L’invito ad abbassare la musica da mezzanotte e spegnere le casse esterne dall’una e mezza non è stato rispettato. Il Comune sta, pertanto, lavorando per individuare nuove regole che possano garantire la convivenza tra vita notturna e quiete pubblica. I residenti, ma anche i turisti che soggiornano negli hotel e nei B&B del centro cittadino, hanno lamentato musica alta e schiamazzi per tutto il fine settimana. Proprio sabato scorso gli abitanti della zona dell’Annunziata, cuore della movida, hanno lamentato la musica a tutto volume durante la notte creando fastidi ai residenti di corso Ovidio, vico dell’Ospedale, via degli Agghiacciati, via Pantaleo e via Paolini. “Avevamo fatto un incontro con i gestori dei locali e avevamo chiesto di provare insieme a migliorare la situazione per una serena e pacifica convivenza”, ha affermato il sindaco Di Piero, “ma continuano ad arrivare proteste da parte dei residenti per la musica alta che viene messa fuori dai locali e quindi bisogna trovare subito una soluzione nell’interesse di tutti”. Da Palazzo San Francesco fanno sapere che i gestori delle attività che non rispettano le regole andranno incontro a sanzioni. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gianfranco Di Piero, è già al lavoro per risolvere quanto prima la questione anche in vista del weekend natalizio. “Stiamo in procinto di prendere delle decisioni al riguardo perché ci rendiamo conto che è necessario normare questa situazione”, prosegue il primo cittadino, “c’è chi si vuole divertire ma ci sono anche residenti e turisti che hanno il diritto di riposarsi”, conclude.

Un pensiero su “MOVIDA, PROTESTE PER LA MUSICA AD ALTO VOLUME. DI PIERO: SANZIONI PER CHI NON RISPETTA LE REGOLE

  • 20 Dicembre 2022 in 14:38
    Permalink

    non è giusto e corretto !!!!!
    Sanzioni per chi crea o produce rumori ed escrementi in centro e niente sanzioni per chi crea puzze e avvelenamento delle falde acquifere provenienti dalla discarica appena fuori città ( tutto apparentemente certificato )
    Lascio a voi conclusioni e riflessioni ( non ai giornalisti di parte )

I commenti sono chiusi