SGOMBERATA LA MOSTRA SU GAETANO PALLOZZI, LO SDEGNO DELLA FIGLIA: “OSCURATO MIO PADRE”

Un’ingiustizia nel periodo dove si dovrebbe essere più buoni, quella capitata a Mariolina Pallozzi che proprio nelle feste natalizie e dopo l’enorme successo della mostra sita nei locali della pinacoteca comunale intitolata “Le vite degli altri”, in onore del padre Gaetano Pallozzi, amatissimo e talentuoso pittore peligno, si è vista giungere la notizia di sgombro dello spazio a lei affidato fino al 17 Dicembre. Non è stata rispettata neanche la data prevista e precedentemente accordata con gli organi competenti.

Mariolina Pallozzi, che con tanto amore ed orgoglio ha preparato la mostra e curato tutto nei dettagli, è rimasta basita dalla notizia ed afferma: ” Mi è giunta richiesta di liberare lo spazio della Pinacoteca civica dove sono esposte le opere di mio padre. Una richiesta, a mio avviso, insolita, per il grande successo della mostra, prorogata fino al 17 dicembre”. “Non aggiungo altro, ognuno è libero di interpretare tale richiesta come vuole, come crede, come vuole far credere. Buon Natale a tutti. Un augurio speciale agli ‘scippatori’ delle vite degli altri”, conclude Mariolina Pallozzi molto amareggiata e risentita dall’insolito gesto. (T.L.C.)