SOLIDARIETA’ AD ONDA TV DAI GIORNALISTI, DAL SINDACO E DALLA UIL PA

“Il Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo esprime ferma condanna per il grave episodio di intimidazione nei confronti dell’emittente Onda Tv di Sulmona. Contro l’auto di servizio dell’emittente, parcheggiata dinanzi la sede della tv, sono stati sparati tre colpi di arma ad aria compressa da un’auto in corsa”, si legge in una nota dell’ordine dei giornalisti d’Abruzzo, “si tratta di un gesto gravissimo nei confronti di un’emittente impegnata in prima linea nella cronaca di fatti e avvenimenti che riguardano le infiltrazioni malavitose nella Valle Peligna e nell’area dell’Alto Sangro. Un gesto che si inserisce in un contesto nazionale e locale che, purtroppo, fa registrare una crescita esponenziale di atti di intimidazione e minacce nei confronti dei giornalisti”, “il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo esprime solidarietà e vicinanza ai colleghi di Onda Tv assicurando loro il pieno sostegno per ogni iniziativa volta a ribadire la centralità e l’essenzialità dell’informazione per l’affermazione della legalità. L’Ordine dei giornalisti si costituirà in tutte le sedi opportune in modo da essere sempre al fianco delle colleghe e dei colleghi colpiti”.

Anche il sindacato dei giornalisti abruzzesi esprime solidarietà ai colleghi e all’editore di Onda Tv e condanna con fermezza quanto accaduto a Sulmona. “Il gravissimo episodio che si è verificato ieri sera, quando l’auto di servizio dell’emittente è stata raggiunta da tre colpi di arma ad aria compressa, deve destare la preoccupazione di tutta la società civile, in quanto pone ancora una volta sotto i riflettori il clima in cui molti giornalisti, nel nostro paese, sono costretti a lavorare”, è scritto in un comunicato, “le intimidazioni nei confronti dei colleghi sono intimidazioni verso la libertà di stampa e, di conseguenza, verso il diritto dei cittadini ad essere informati”.

Il sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero, e l’amministrazione comunale esprimono piena solidarietà alla proprietà, ai giornalisti e operatori tecnici dell’emittente televisiva Onda Tv “per il gesto assai grave perpetrato a loro danno, ritenendo sempre preoccupante e deprecabile qualsiasi atto rivolto a minare la libertà di stampa e il bene comune dell’informazione, diritti inalienabili dei cittadini, propri della civiltà democratica”.

“Colpire l’emittente televisiva di Onda Tv è come colpire l’intera comunità che ha la fortuna di potersene servire. Farlo in maniera così vile significa ancor più rendersi promotori dell’antitesi della cultura e, quindi, della storia che possa fungere da monito ed insegnamento per i nostri figli”. E’ quanto afferma il segretario organizzativo della Uil Pa Abruzzo, Mauro Nardella, che esprime piena solidarietà e vicinanza “a tutti i componenti di questa importantissima emittente televisiva ai quali va il nostro abbraccio”, prosegue il sindacalista che, all’indomani dell’episodio messo in atto da ignoti contro l’auto della titolare di Onda Tv, definisce “vigliacchi” gli autori dell’insano gesto. “La nostra più totale e ferma condanna, oltreché l’auspicio che vengano assicurati presto alla giustizia”, conclude Nardella.

One thought on “SOLIDARIETA’ AD ONDA TV DAI GIORNALISTI, DAL SINDACO E DALLA UIL PA

  • 30 Novembre 2022 in 13:51
    Permalink

    Ecco perché è vitale mettere faccie e nomi di mafiosi e affiliati amministratori che possono organizzare queste cose. Anche fossero solo sospettati e indagati questi malviventi ormai sono diventati endemici e fanno e faranno quello che vogliono.
    L’ordine e sindacato dovrebbero tutelare molto meglio i loro iscritti invece di fare la solita retorica inutile e permettere loro di lavorare come dovrebbero e devono.

I commenti sono chiusi