BAGNAI E D’ERAMO LEGA: SULLE AUTOSTRADE DEM E PENTASTELLATI NON DIANO LEZIONI, CON SALVINI CAMBIO DI PASS

“Dem e pentastellati hanno gestito senza interruzione per quasi 10 anni il Mit senza riuscire a risolvere i problemi della A24 e della A25. Ora, con una tempistica a dir poco sospetta, sollevano polemiche ad hoc contro il ministro Salvini. Il modo più serio ed efficace per farsi ascoltare dal Governo non è chiedere l’adesione dei parlamentari del territorio a un cartello di sfida contro il ministro. Per risolvere i problemi occorre coinvolgere i parlamentari di maggioranza, superando gli steccati ideologici, non per attaccare sterilmente il Governo, ma per rappresentare correttamente a Roma i problemi del territorio”. È così che risponde Alberto Bagnai alle critiche mosse dal PD e Pentastellati, sull’immobilismo del neo ministro alle Infrastrutture Matteo Salvini sulle autostrade abruzzesi. “La nostra disponibilità è totale. Ma è chiaro che per alcuni politici di sinistra anche le infrastrutture hanno un colore, e diventano un pretesto per intervenire quando si è a corto di argomenti. Sarebbe ora che la sinistra smettesse di dare lezioni a chi è al ministero da solo un mese, dimostrando in questi pochi giorni un visibile cambio di marcia”. Sulla stessa linea il coordinatore della Lega Abruzzo  Luigi D’Eramo: “Appaiono chiaramente strumentali le affermazioni di Pd e M5s, rispetto ad un tema su cui la Lega ha sempre prestato massima attenzione. Il ministro Salvini è al Mit da pochi giorni ed è già evidente che il vento sia cambiato, come dimostra la sua disponibilità a incontrare i sindaci e l’attenzione storica del nostro partito ai territori. Su A24 e A25 non prendiamo lezioni da chi ha governato il ministero nell’ultimo decennio senza risolvere questo e altri problemi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *