A24 e A25: LEGA, SIANO RICLASSIFICATE E RESE GRATUITE

“Ho chiesto che le tratte della A24 e della A25 siano riclassificate e diventino totalmente gratuite”. E’ il commento della consigliera regionale della Lega, Antonietta La Porta, alla luce delle notizie sul fronte dei Sindaci abruzzesi che incalza il Governo nazionale sul caro pedaggi. Per la esponente della Lega quella dei sindaci è “Una protesta senza ‘coraggio’, fatta di istanze di facciata senza la reale volontà di affrontare il cuore del problema”.
“Meraviglia, oggi, – prosegue – il tardivo interesse di molta parte politica al problema del servizio autostradale abruzzese, cercando di recuperare il ritardo con proposte di finta mediazione o discriminatorie, come quella di contenere gli aumenti dei pedaggi, o prevederne l’esonero per talune categorie”, dichiara La Porta e prosegue: “Con due risoluzioni, presentate nella Commissione territorio e infrastrutture del Consiglio regionale, ho espresso pubblicamente e fattivamente la posizione della Lega sul tema autostrade. Il ricatto economico perpetrato ai danni degli abruzzesi negli ultimi trent’anni è ingiustificabile. Per troppo tempo il tema non è stato affrontato in questi termini: di risposta ai disagi ed alle istanze dei cittadini; vuoi per ignavia, se non per interessi meno nobili”. “La carenza di infrastrutture al servizio della mobilità, in Abruzzo, è nota ed ultradecennale – spiega la Consigliera della Lega – Il divario con le altre Regioni nel garantire il diritto alla mobilità di persone e merci è cresciuto con il tempo, in termini assoluti e relativi, sommando l’insufficienza stradale a quella ferroviaria. Il problema è solo apparentemente economici”. (ANSA).

2 commenti riguardo “A24 e A25: LEGA, SIANO RICLASSIFICATE E RESE GRATUITE

  • 21 Novembre 2022 in 19:10
    Permalink

    Facciamo chiarezza. Non è che l’elemento gratuita’ o meno caratterizzi la strada come extraurbana o meno. Se notate il rac 70 , ASSE ATTREZZATO, pur essendo gratuito ha la cartellonistica verde ed è considersato ,per le caratteristiche struttirali, exurbano principale. Stesso pricipio vale per la Salerno Reggio Calabria.

    Risposta
  • 19 Novembre 2022 in 15:14
    Permalink

    Declassare le A24 e A25 a cosa…? A strade Extraurbane, quelle di colore blu, facendole uscire dal circuito europeo ed internazionale…?
    Solo per un pedaggio che si paga in tutte le autostrade italiane.
    Poi il nostro Abruzzo non mi sembra così arretrato in tema di trasporti, anzi al contrario si pone come una Regione del Nord considerando la scarsa densità abitativa delle zone interne e che i grossi nuclei turistico-commerciali-industriali sono molto ben collegati come la Marsica, la Valle Peligna, L’Aquila, Pescara, Castel di Sangro. Ma soprattutto che proprio il sistema dei trasporti ha permesso di uscire da quell’arretramento economico in cui versava fino agli anni ’70.
    Ma quale film avete visto…???
    Per capire i costi facciamo un esempio:
    -A1 Firenze-Bologna 100 Km pedaggio = 8,60 euro
    -A25 Pescara-Celano 100 Km pedaggio = 10,00 euro
    La differenza è poco più di un caffè.
    E’ per questo che si stà scomodando l’intero Consiglio Regionale d’Abruzzo…???

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *