COVID, CONDANNATA GUARDIA MEDICA CHE SI ERA RIFIUTATA DI VISITARE UN CARDIOPATICO

Il timore era di contrarre il covid. Per questo motivo una guardia medica, Giovanna Gambino di 66 anni, si era rifiutata  di visitare un paziente cardiopatico, munito di regolare green pass. Questa mattina il medico, che nel frattempo è finita sotto processo, ha patteggiato la pena di 14 mesi di reclusione, pensa sospesa. I fatti risalgono all’11 dicembre dello scorso anno quando il medico, in servizio come guardia medica nell’ospedale di Sulmona, si sarebbe rifiutata  di visitare un paziente cardiopatico con dolori alla spalla sinistra ed ad un braccio. Dalla denuncia del paziente sono partite indagini specifiche che hanno permesso di scoprire che il medico, al fine di trovare una giustificazione al suo comportamento, sempre quel giorno, avrebbe finto di essere in visita domiciliare,  mentre non era vero. Di qui l’aggravante di aver commesso il fatto a danno della Asl in qualità di pubblico ufficiale con violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione. Accuse precise e circostanziate che hanno consigliato il medico di scegliere la via del patteggiamento che sia pubblico ministero che il tribunale hanno accordato condannato l’imputata a 14 mesi di reclusione.

2 commenti riguardo “COVID, CONDANNATA GUARDIA MEDICA CHE SI ERA RIFIUTATA DI VISITARE UN CARDIOPATICO

  • 26 Ottobre 2022 in 14:29
    Permalink

    Mi chiedo cosa dovrebbe succedere con il sindaco e USL e Cogesa che continuano ad avvelenare cittadini con puzze e chissà cos’altro!!!!

  • 26 Ottobre 2022 in 14:29
    Permalink

    Mi chiedo cosa dovrebbe succedere con il sindaco e USL e Cogesa che continuano ad avvelenare cittadini con puzze e chissà cos’altro!!!!

I commenti sono chiusi