CINQUE ANNI DI VIOLENZE NEI CONFRONTI DELLA SUA EX, A PROCESSO UN 50ENNE DI SULMONA

Cinque lunghi anni di violenza, vessazioni e maltrattamenti che una donna di Sulmona ha subito e raccontato alla polizia intervenuta nell’abitazione di via Freda quando il suo ex fece irruzione e colpì con un cacciavite a una coscia, il suo rivale in amore. Ieri per un 50enne di Sulmona, già noto alle forze dell’ordine, è iniziato il processo che lo vede imputato per una lunga lista di reati: Violazione di domicilio, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti, violenza sessuale e atti persecutori. I fatti oggetto di giudizio fanno riferimento al giugno dello scorso anno quando l’imputato fece irruzione nell’abitazione  della sua ex, la quale nel frattempo aveva allacciato una relazione sentimentale con un altro uomo, sfondando la porta dell’appartamento fino ad aggredire il nuovo compagno e suo rivale, colpendolo alla coscia con un cacciavite. Portato in commissariato l’imputato, avrebbe usato violenza e minaccia anche verso i poliziotti. Dopo la fine della relazione con la sua ex, l’uomo non si sarebbe mai rassegnato tanto da continuare a perseguitarla con telefonate minacciose e appostamenti nei pressi dell’abitazione nonchè continui pedinamenti. Una storia di violenza e vessazioni finita da ieri davanti al collegio giudicante che dopo aver ascoltato testimoni, difesa e accusa dovrà pronunciare la sentenza nei confronti del 50enne.