PERSEGUITA LA SUA EX, SULMONESE DOVRÀ RESTARLE A UNA DISTANZA DI 500 METRI

Dovrà restare a una distanza di 500 metri dalla sua ex se non vorrà finire ulteriormente nei guai. È la misura cautelare disposta dal GIP del Tribunale di Sulmona Alessandra De Marco nei confronti di un uomo di Sulmona di 53 anni. L’uomo non si sarebbe rassegnato alla fine della relazione sentimentale con la sua ex, continuando a molestarla con messaggi e telefonate. Era il dicembre del 2021 quando la donna decise di mettere fine alla relazione sentimentale con il 53enne. Da allora è iniziato per lei un periodo d’inferno, fino all’agosto di quest’anno, con continui pedinamenti sia sul posto di lavoro che nei luoghi abitualmente frequentati dalla donna, telefonate notturne e messaggi in cui le chiedeva di tornare a casa, fino a inviarle 560 immagini in cui era stato immortalato un loro bacio. Comportamenti che avrebbero obbligato la donna a trasferirsi nell’abitazione della madre e a cambiare radicalmente le sue abitudini di vita. Vessazioni e molestie che non si sarebbero fermate nemmeno dopo la denuncia da parte della donna tanto da far entrare in azione la polizia che avrebbe sorpreso l’uomo nei pressi del luogo di lavoro della donna intento a spiarla e a mandarle messaggi. Da qui la decisione da parte del giudice De Marco di adottare la misura cautelare nei confronti dell’uomo che si stava facendo sempre più pericoloso. Venerdì prossimo, 16 settembre il 53enne, difeso dall’avvocato Alessandro Margiotta, sarà chiamato a spiegare i suoi comportamenti davanti al giudice che potrebbe, all’esito dell’udienza, appesantire ulteriormente la misura cautelare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.