ITIS PRATOLA, AZIONE ACCUSA LA PROVINCIA: GESTIONE APPROSSIMATIVA DELLE POLITICHE SCOLASTICHE

Anche il Terzo Polo interviene sulla vicenda dell’Itis di Pratola Peligna accusando l’amministrazione provinciale di “una gestione approssimativa delle politiche scolastiche”. Il parlamentare di Azione, Giulio Sottanelli, coordinatore regionale del movimento di Carlo Calenda, ritiene grave l’ipotesi di ricorso alla didattica a distanza per gli studenti dell’Istituto tecnico industriale. “Se è sacrosanto che la sicurezza degli edifici scolastici costituisca la premessa per il regolare svolgimento delle attività – precisa il coordinatore regionale Sottanelli –  è altrettanto vero che risulta incomprensibile come si scopra, a soli pochi giorni dal suono della prima campanella, che siano state disposte le indagini sulla vulnerabilità dell’edificio in questione. E a pagarne le conseguenze saranno di nuovo gli studenti, i cui apprendimenti hanno già risentito abbastanza nei due anni di emergenza sanitaria.” “Per la lista Calenda-Terzo Polo e per Azione, la scuola costituisce una priorità – dichiara il Responsabile Scuola di Azione Gaetano Fuiano –  come è desumibile dalle proposte programmatiche che poggiano sul convincimento che la stessa costituisca il presupposto per la crescita del Paese. Auspichiamo, pertanto, l’impegno di tutti per evitare che la comunità scolastica di Pratola Peligna venga travolta, non dall’emergenza, ma dall’inadempienza di una classe politica impreparata e approssimativa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.