PRATOLA, MARGIOTTA: L’ITIS NON RIAPRE, IL SINDACO DI NINO CHIARISCA TUTTO IN CONSIGLIO COMUNALE

A tenere banco, a  Pratola, è ancora la polemica sulle condizioni dell’edificio dell’Itis, che probabilmente non verrà riaperto per la ripresa dell’anno scolastico. “Altro che qualche giorno per qualche lavoro. Stando allo studio pagato 40mila euro, l’edificio da circa venti mesi doveva essere chiuso. Nessuno di quelli tenuti a farlo lo ha chiuso. Dicono che nessuno di loro sapeva dello studio redatto dall’Ingegnere Paolo Petrella – sostiene il consigliere comunale Vincenzo Margiotta – L’ammissione, se vera, è forse peggio dell’aver scelto di tacere. Chi ha taciuto però ha pericolosamente lasciato, per quasi due anni, centinaia di persone in un edificio accettando il rischio che accadesse l’irreparabile. Il sindaco oggi propone di dividere gli studenti, in alcuni vecchi edifici comunali. Una parte degli studenti nella ex scuola media e l’altra nella scuola elementare di piazza Indipendenza. Quindi l’I.T.I.S. oramai è certo non riaprirà” sottolinea Margiotta. “E, visto che il presidente della Provincia, nonostante il contenuto dello studio, ha dichiarato che è agibile per uso scolastico, chi ne disporrà la chiusura? Il sindaco?” chiede il consigliere comunale. “Ed il problema, sindaco, non sarà solo chi pagherà le bollette, ma i laboratori. Prima di andare dal Prefetto, sindaco, le chiedo urgentemente, anche domani, di chiarire, a noi Consiglieri in Consiglio, ai cittadini pratolani ed ai genitori dei ragazzi che frequenteranno l’Itis, se la decisione l’ha presa leggendo la valutazione sismica e statica degli edifici individuati quale piano ‘B’. In merito, non avendo io conoscenza della esistenza di valutazioni tecniche e seppur felice di rivedere frequentate quelle strutture, ricordo che la casa di riposo alle scuole medie non è stata possibile realizzare a causa di problematiche statiche e sismiche – conclude Margiotta – Oggi, in un’altra ala dello stesso edificio, invece, pretendiamo di ricoverarci degli studenti, ma al piano terra. Incomprensibile almeno per me. Qualora tali valutazioni non ci siano, infatti, abbandonare l’edificio dell’I.T.I.S. (struttura inaugurata nei primi anni ’90) perché insicuro e ricoverare gli studenti in altri edifici molto più vecchi ed abbandonati, e probabilmente con problemi peggiori, non avrebbe senso. Ma da boi di Pratola Bellissima oramai possiamo aspettarci di tutto”.

un commento su “PRATOLA, MARGIOTTA: L’ITIS NON RIAPRE, IL SINDACO DI NINO CHIARISCA TUTTO IN CONSIGLIO COMUNALE

  • 5 Settembre 2022 in 12:51
    Permalink

    Nessuno ha chiuso l’Istituto.
    Nessuno era a conoscenza della relazione tecnica.
    Tutti hanno taciuto.

    E cosa (non) strana, non spuntano fuori “nemmeno le iniziali” dei possibili tutti e nessuno!!!

I commenti sono chiusi