COGESA, I SINDACATI LANCIANO L’ALLARME: UN DIRETTORE GENERALE E’ INDISPENSABILE

I sindacati lanciano l’allarme sulle condizioni economiche del Cogesa e ripropongono la necessità di nominare un direttore generale. Venerdì scorso si è tenuto un incontro sindacale tra le Organizzazioni Sindacali FP CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI e FIADEL con il sindaco di Sulmona Gianfranco di Piero e l’assessore al Bilancio Katia Di Marzio per discutere della situazione economica e finanziaria dell’Azienda pubblica Cogesa S.p.A., gestrice del ciclo integrato dei rifiuti presso i comuni della Valle Peligna e del territorio aquilano. “Le organizzazioni sindacali, responsabilmente e adempiendo al loro mandato di garanti del mantenimento dei livelli occupazionali, della puntuale erogazione dei salari, nonché della garanzia del cittadino a ricevere un servizio che risponda ai termini di efficacia, efficienza, trasparenza ed economicità, hanno fortemente voluto questo incontro sindacale, perché preoccupati delle sorti di Cogesa SpA, atteso che la situazione economica e finanziaria – come purtroppo confermata durante la discussione – è preoccupante.Una preoccupazione che, ovviamente, coinvolge i lavoratori e che mina, di conseguenza, quello che una volta si definiva “clima aziendale” e che oggi si chiama, non a caso, “benessere organizzativo”, scrivono i sindacati. “Un’azienda che annovera due anni di bilanci chiusi negativamente, in attesa della chiusura del bilancio 2021 e dell’approvazione del Bilancio previsionale di quest’anno; discussione non svoltasi, poiché la riunione convocata circa un mese fa del Comitato dei Sindaci/Controllo Analogo è andata, praticamente, deserta e riconvocata per il prossimo martedì. Quest’ultimo è un dato preoccupante – sottolineano i sindacati – È eticamente e istituzionalmente doveroso, ad avviso di chi scrive, partecipare tutti alla riunione prevista per il prossimo martedì anche per dare un segnale positivo ai lavoratori e alle migliaia di cittadini utenti del servizio.Rivolgendoci ancora ai sindaci: pur consapevoli, soprattutto per i piccoli centri, delle difficoltà economiche e finanziarie che attanagliano anche il buon governo di padre di famiglia degli amministratori, è necessario uno sforzo comune affinché si versi puntualmente al COGESA quanto pattuito per l’erogazione del servizio ricevuto.L’incontro del 2 settembre, ovviamente, non è un fatto isolato: esso nasce da una serie di incontri sindacali avuti con il Cda Cogesa e con i vertici aziendali che sono sfociati nella costituzione di un tavolo sindacale permanente che ha visto, in un’occasione, la preziosa partecipazione del presidente della Commissione al Bilancio, Teresa Nannarone”. “Incontri sindacali frequenti e densi di lavoro, che hanno affrontato e continuano ad affrontare ogni problematica lavorativa e industriale dell’Azienda e che hanno condotto le organizzazioni sindacaliunitariamente, ad esprimersi sulla necessità di Cogesa di dotarsi di una figura di direttore generale, ovvero, di un tecnico, avulso da ogni logica politica e partitica, che incarni capacità gestionali necessarie anche a carpire ogni fondo dato dal PNRR e conoscenza del mondo dei rifiuti. Un tecnico che inizi un’opera eticamente indirizzata ad una ristrutturazione aziendale e che vada di pari passo – come definito dall’assessore Di Marzio – con un piano di risanamento aziendale che sia la base per una nuova politica industriale della Società.Questi i fatti. Alla politica, agli amministratori e ai vertici aziendali, spetta il lavoro. A tutti ricordiamo che, data la natura totalmente pubblica di COGESA S.p.A., stiamo parlando dei soldi dei contribuenti. A tutti ricordiamo che stiamo parlando delle sorti di più di duecento famiglie” concludono i sindacati.

3 pensieri su “COGESA, I SINDACATI LANCIANO L’ALLARME: UN DIRETTORE GENERALE E’ INDISPENSABILE

  • 5 Settembre 2022 in 19:46
    Permalink

    Torni al Comune il servizio di raccolta e trattamento perché si suoi tempi l’impiegato comunale non aveva lo stipendio di 240.000.000 milioni di lire annue, e la raccolta funzionava altro che direttori e manager
    Gli altri comuni poi si arrangino.

    Risposta
  • 5 Settembre 2022 in 15:50
    Permalink

    Sulmona 05.09.2022
    Al Cogesa non servono assolutamente nuove figure professionali amministrative super pagate dai contratti quando è indegna ed indecente, grida Giustizia le pessime condizioni dei contenitori per la spazzatura, vedasi in via Sallustio, complesso Miramonti, contenitori distrutti, odori tremendi, contenitori non disinfettati e lavati, contenitori pericolosi in quanto taglienti perché rotti, grande incuria e poca professionalità. I cittadini sulmonesi pagano caro un servizio totalmente scadente, non servono dirigenti ma assunzioni di operai e mezzi per adempiere bene ad un compito fondamentale per l’igiene pubblica ed il decoro cittadino. Così come è, soltanto da andarsi a nascondere.
    distinti saluti
    Domenico Silla

    Risposta
  • 5 Settembre 2022 in 11:04
    Permalink

    E certo, ora lo dice anche i Sindacati e quindi “s’ha da fare”.
    Cosa fa di diverso o in più un aggiunto Direttore Generale di un Amministratore Delegato che non abbia già nei suoi poteri?
    120.000 euro che potrebbero andare a chiudere la voragine del debito COGESA e non di aprirne un altro sempre a carico della collettività!!!

    E visto che ci siamo, c’è già anche qui il nome dell’AVULSO/A indicato/a?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.