A RAIANO IL FESTIVAL DELLA FILOSOFIA NEL NOME DI BENEDETTO CROCE

“Festival della Filosofia” a Raiano, nel nome di Benedetto Croce. Infatti il filosofo abruzzese, originario di Pescasseroli, ebbe un rapporto molto stretto con Raiano. Dal 1895 al 1913, trascorse le sue estati nella cittadina peligna, ospite a casa Sagaria Rossi, dove incontrava Angiolina Zampanelli, allora sua compagna di vita fino alla morte prematura avvenuta proprio nel 1913. Numerose restano le tracce, culturali ed umane, dei soggiorni del filosofo a Raiano. Un gruppo di giovani, attraverso il Circolo Culturale Crociano, da qualche anno lavora per raccogliere, metterle in rete e lasciarle in eredità alle generazioni future. La prima edizione del “Festival della Filosofia”, evento inserito tra le attività del Parco Letterario “Benedetto Croce”, si svolgerà nell’area della scuola media di Viale Di Bartolo, nei giorni 8, 9 e 10 Settembre. Intenso il programma predisposto dagli organizzatori che oscilla tra Filosofia, Storia e suggestioni fisico-astronomiche. Tema: “Identità e confini. Un confronto di Universi tra spirito e natura”. Il festival si aprirà giovedì 8 Settembre, alle 17, con due eventi. La presentazione del libro di Giancristiano Desiderio“Sull’estetica e la critica letteraria in Benedetto Croce”, edito da Aras Editrice. A seguire l’incontro con il fisico Paolo De Bernardis, docente alla Sapienza, su “Solo un miliardo di Anni. Viaggio al termine dell’Universo. Prospettive oltre la fisica”. L’incontro sarà coordinato da Marco Ruscitti, docente di Matematica e fisica al Liceo Scientifico Fermi di Sulmona. Concluderà l’esibizione musicale del duo pianoforte e voce di Melina Di Cesare e Diana Roio. Venerdì 9 Settembre, sempre alle 17, sarà il momento della Storia. L’incontro avrà come protagonisti la professoressaAlessandra Tarquini, docente di Storia Contemporanea alla Sapienza di Roma, la professoressa Maria Teresa Giusti, docente di Storia Contemporanea all’Università D’Annunzio ed il professor Umberto Bultrighini, docente di Storia Greca all’Università D’Annunzio. Coordinerà l’incontro la professoressa Francesca Di Giulio, Phd in Storia d’Europa. Concluderà il convegno l’esibizione del chitarrista Federico Quercia. Sabato 10 Settembre, si inizierà al mattino, alle 10, con la “Passeggiata nella Riserva delle Gole di San Venanzio”, organizzata in collaborazione con  l’Ati, gestore della Riserva. Alle 17, il festival si concluderà con la tavola rotonda su: “L’uomo, l’identità e la politica”, moderato dal prof. Giuliano Commito, PHd in studi umanistici e docente di Filosofia e Storia al Liceo Fermi. Parteciperanno i professori Giovanni Giorgini, docente di Storia delle dottrine politiche all’Università D’Annunzio; Giulio Lucchetta, docente di Storia della Filosofia Antica, sempre all’Università D’Annunzio; Giorgio Pasotti, Docente di Sociologia nella stessa Università; Salvatore Santangelo, docente di Geografia Politica all’Università di Tor Vergata.  Concluderà Paolo Fiorucci, “Il libraio di Notte”, con musiche e letture itineranti nel Centro Storico. L’intero evento è patrocinato dal Comune di Raiano, in collaborazione con la Fondazione Carispaq e la Regione Abruzzo