GETTA LIQUIDO CORROSIVO NELLA VILLETTA FREQUENTATA DAI CANI

Liquido corrosivo gettato nel giardino comunale di Porta Napoli. Un gesto inspiegabile da parte di un uomo della zona, al quale non starebbero particolarmente simpatici gli amici a quattro zampe. Il liquido corrosivo sarebbe stato gettato subito dopo un’accesa discussione che il presunto responsabile avrebbe avuto con la proprietaria di un cane, accusata di aver smaltito non in maniera corretta le deiezioni del suo amico a quattro zampe. E a subire le conseguenze dell’incredibile gesto dell’uomo sono stati alcuni cani che solitamente frequentano l’area verde e che hanno riportato delle macchie sulla pelle e sulla coda. Tanto che i proprietari sono stati costretti a ricorrere al veterinario per curare gli animali. A denunciare l’episodio la responsabile dell’associazione Code Felici, Gabriella Tunno. ” È probabile che sia stato utilizzato liquido corrosivo che ha provocato escoriazioni a cani padronali. Gli animali hanno riportato chiazze al lato del corpo e coda. Sono in terapia”, denuncia  la Tunno che ha già informato del fatto gli organi preposti.

3 pensieri su “GETTA LIQUIDO CORROSIVO NELLA VILLETTA FREQUENTATA DAI CANI

  • 27 Agosto 2022 in 17:48
    Permalink

    Lamentarsi addirittura su un giornale per un po’ di pupù è da TRAGICATORI,certo lo spiacevole e tragico incidente… giusto la responsabilità dei padroni, ma anche un minimo di tolleranza … sono ben altre e tantissime….troppe le gravità degne di nota: buche (crateri) segnaletica invisibile, giardini e parchi abbandonati, disinfestazione disinfezione neanche quando è troppo tardi…e gli uffici pubblici ? Assenteismo e uffici aperti ad intermittenza ed operativi per un paio d’ore…non parliamo poi della cortesia ed educazione totalmente assente.

  • 22 Agosto 2022 in 17:00
    Permalink

    Probabilmente questo articolo non si sarebbe nemmeno scritto se tanti proprietari di cani si comportassero da persone civili e responsabili.
    A Sulmona non si possono ammirare i monumenti perché….bisogna guardare dove si cammina.
    Proprio ieri sera mi sono riportato a casa un caro “ricordino”…e non posso nemmeno ringraziare l’autore per questo bel regalo

    • 27 Agosto 2022 in 18:17
      Permalink

      Lamentarsi addirittura su un giornale per un po’ di pupù è da TRAGICATORI,certo lo spiacevole e tragico incidente è da menzionare con risalto e condannare alla GOGNA… sottolineare poi (senza ovvietà) la responsabilità dei padroni(ma nooo non sono frasi fatte) è “giusto”, ma allo stesso modo è d’obbligo anche un minimo di tolleranza … sono ben altre e tantissime….troppe le gravità degne di nota: addirittura ricorrere alla violenza peggio ancora ferire degli esseri viventi usando acidi azioni che meritano solo arresti e allontanamento e conseguente impedimento nel reiterare un’azione così deplorevole ed ignobile. ci si lamenta del nulla ma le buche (crateri) segnaletica invisibile, giardini e parchi abbandonati, disinfestazione disinfezione neanche quando è troppo tardi…e gli uffici pubblici ? Assenteismo e uffici aperti ad intermittenza ed operativi per un paio d’ore…non parliamo poi della cortesia ed educazione totalmente assente.
      Ma è possibile avere il coraggio di uccidere e ferire gravemente in questo modo?

I commenti sono chiusi