L’OSPEDALE DI SULMONA È IN COMA MA IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE

di Luigi Liberatore – Il trasferimento di un motociclista, in condizioni critiche, dall’ospedale di Sulmona a quello di Avezzano, non ci ha colti di sorpresa. Ci ha semmai ricordato, con dolore e disperazione, che la Sanità nel nostro territorio è nelle mani di buoni e soprattutto generosi medici, e poi in quelle più aleatorie della Provvidenza. Non abbiamo voluto indagare su chi fosse e  quanti anni avesse il centauro; ci siamo soltanto spaventati dal fatto che all’ospedale di Sulmona non abbia potuto fare una risonanza magnetica, utile nella emergenza, per una diagnosi immediata salva vita. Per una questione di delicatezza non andiamo oltre nel caso, però, se ce lo consentite, una spazzata in questo cortile impraticabile della Sanità nostrana va data. Dalle notizie che abbiamo, sempre fluite attraverso reti di silenzi omertosi, sembra che le apparecchiature per risonanze di ultima generazione ci siano. Ma che non siano disponibili i locali per ospitarli . Oddio, ma allora, il direttore sanitario, quello amministrativo, e quello generale come giustificano la loro presenza? E, soprattutto, con quale faccia possano presentarsi a cospetto di un qualsiasi paziente bisognoso? Tralasciamo ogni altra considerazione…Parliamo dell’ospedale di Sulmona che è al centro di un bacino di utenza vasto e variegato, facendo a meno di rovistare in Altosangro dove l’assistenza ospedaliera si tiene in piedi per due o tre chirurghi che a nostro parere sono più figli di Gino Strada che di Esculapio. Valle peligna e Altosangro vanno incontro alla desertificazione sanitaria, oltreché ambientale. La mortificazione degli ospedali di  Sulmona e di Castel Di Sangro, almeno per chi scrive, non è finita qui. Sinistra e Destra hanno scritto a due mani il declino sanitario dei nostri territori da almeno trent’anni. Il futuro politico non ci assisterà. Affidiamo la nostra salute a quei medici senza “frontiere” che fortunatamente ci stanno ancora. E che Dio assista noi e loro. I direttori sapranno come badare a loro stessi…

2 pensieri su “L’OSPEDALE DI SULMONA È IN COMA MA IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE

  • 13 Agosto 2022 in 23:00
    Permalink

    Bisogna portare i cittadini in piazza e chiedere giustizia

  • 12 Agosto 2022 in 21:46
    Permalink

    Ma ci si è vmai chiesto quale politico negli ultimi 10 anni ha contribuito fortemente a questo stato comatoso.????? Forza Italia ,p.d ,lega ,5 stelle…e di queste forze abbiamo avuto anche. Deputati ..e senatori…e senatrici..

I commenti sono chiusi