CAVALLO UCCISO E SBRANATO DAI LUPI IN UN ALLEVAMENTO DI SULMONA

Dopo essere stati avvistati più volte alla periferia di Sulmona spingendosi fin a ridosso di alcune abitazioni, nei giorni scorsi alcuni lupi sono entrati in azione attaccando e sbranando un cavallo. Ad essere preso di mira l’allevamento di via dei Frentani  con il proprietario che si è trovato una scena molto forte quando, l’altro giorno, ha raggiunto la stalla per accudire gli animali e ha visto il suo animale ridotto in quelle condizioni. È stato poi il veterinario della ASL intervenuto sul posto insieme alla polizia provinciale a stabilire che, molto probabilmente, il cavallo era stato attaccato e ucciso dai lupi. Come detto, anche tempo addietro c’era stata una segnalazione di un professionista che aveva telefonato alla ASL e ai carabinieri forestali confermando la presenza di tre lupi tra via dei Cappuccini e la variante alla statale 17.

9 commenti riguardo “CAVALLO UCCISO E SBRANATO DAI LUPI IN UN ALLEVAMENTO DI SULMONA

  • 6 Agosto 2022 in 13:12
    Permalink

    Nessun commento già pubblicato. Evidentemente è un commento che tu mi piaci. Solo che siete cascati male. Sono un giornalista piuttosto noto. E potrei scrivere di questi artifizi ipocriti. Anzi se non vedo pubblica il mio commento mi darò da fare per smascherarvi.
    Viva il lupo, l’animale più bello e splendido del pianeta. Abbasso gli allevatori che non sanno proteggere in alcun modo il loro bestiame. Sarebbero stati sufficienti un paio di cani pastori abruzzesi. O un recinto alto e impenetrabile come si deve per evitare l’uccisione del cavallo. Non escludo neppure che il cavallo sia stato fatto a pezzi dai cani randagi.

    4
    10
  • 6 Agosto 2022 in 13:09
    Permalink

    Viva il lupo, l’animale più bello e splendido del pianeta. Abbasso gli allevatori che non sanno proteggere in alcun modo il loro bestiame. Sarebbero stati sufficienti un paio di cani pastori abruzzesi. O un recinto alto e impenetrabile come si deve per evitare l’uccisione del cavallo. Non escludo neppure che il cavallo sia stato fatto a pezzi dai cani randagi.

  • 5 Agosto 2022 in 20:14
    Permalink

    Mi spiace per il povero equino e auguro di cuore agli altri cavalli di non fare la stessa fine. In bocca al lupo!

    1
    1
  • 5 Agosto 2022 in 19:03
    Permalink

    Lupi….come le zanzare…..a cosa servono ?

  • 5 Agosto 2022 in 10:12
    Permalink

    “vorrei vedere se il cavallo fosse stato tuo che facevi, se avessi parteggiato per i lupi”
    Se i cavalli fossero stati i miei li avrei recintati meglio prevedendo sia un sistema antiintrusione, che un sistema di rilevamento e allarme delle intrusioni in tempo reale.
    Persino ai tempi del 1800, senza questi sistemi, i recinti venivano fatti a prova di lupo.
    Siccome fino a ieri li avete sterminati tutti, oggi non sapete fare neanche un recinto a prova di lupo, ignorando il fatto che avendo sterminato tutta la fauna selvatica ed il bosco nelle montagne limitrofe, c’era da prevederlo che sarebbero entrati in città. No?
    Il primo purtroppo deve esserci per fare risvegliare la gente. Purtroppo è capitato a lui (il proprietario intendo perchè per il cavallo/a mi dispiace)

    15
    10
  • 5 Agosto 2022 in 10:03
    Permalink

    Uffa, è mo’ ce l’avete i meridionali terronia e i politici non fanno altro che soldi alla mafia, e mo’ con gli extracomunitari e i politici non fanno niente per lasciarlo a mare e mo ce l’avete con gli extraterrestri, mo ve la volete pigliare coi lupi che altro non sono che cugini maleducati dei vostri amati cagnolini di appartamento e i politici non fanno niente per evitare le cacche sui marciapiedi.
    Ma siete uomini, e vi arrivate di un’intelligenza superiore, possibile non riusciate a evitare che due “cani” , non rincoglionitincome i vostri, riescano ad entrare in un allevamento? Se sono entrati tre “cani” ci poteva entrare anche Trinità a raziare il bestiame.

    6
    10
  • 4 Agosto 2022 in 15:49
    Permalink

    Tra non molto mangeranno qualche umano e allora voglio vedere le facce di questi animalisti che difendono il lupo ad ogni costo..
    Per non parlare delle istituzioni che in maniera supina condividono con gli animalisti questa politica protezionistica a tutti i costi mettendo in secondo piano gli interessi di coloro che con la montagna e l’allevamento ne traggono il reddito per vivere unitamente alla sicurezza di tutti i cittadini che viene messa in dubbio dalle scorribande urbane di questi predatori ormai fuori controllo.

    22
    34
    • 5 Agosto 2022 in 13:46
      Permalink

      Dispiace per il cavallo e per gli allevatori,ma possibile che non si possa esistere con tutti gli animali che sono con noi da milioni di anni? È nostra la responsabilità .prendi l’ esempio dei cinghiali che invadono le città rovistando nello sporco quando nel loro ambiente ,lo stesso dei lupi ,sarebbero sotto controllo in modo naturale.

      4
      1

I commenti sono chiusi