NO AL GASDOTTO SNAM, DA ASSEMBLEA A NAVELLI I SINDACI CHIEDONO INCONTRO AL GOVERNO

I sindaci dei comuni della provincia aquilana fanno fronte contro il gasdotto Snam e chiedono al Governo, “attraverso un dettagliato documento, di non autorizzare il metanodotto Sulmona – Foligno e nello stesso tempo un incontro al fine di approfondire tutte le tematiche connesse all’opera”. Questo l’esito dell’assemblea tenuti a Navelli. I sindaci hanno ribadito l’inutilità dell’opera che provocherebbe solo danni gravi all’ambiente, all’economia locale e alla sicurezza dei cittadini. Con un aumento immotivato della bolletta energetica, già abbastanza elevata, a carico dei consumatori. Come pure restano tutte le criticità dell’opera tra cui spicca il rischio sismico. Il metanodotto, infatti, passerebbe lungo i territori più altamente sismici dell’Appennino Centrale. “Il metanodotto inciderà pesantemente anche sull’assetto e sulla programmazione urbanistica di diversi Comuni, interferendo direttamente con attività economiche e commerciali e mettendo a rischio la stessa incolumità pubblica, stante la mancanza delle distanze di sicurezza dalle suddette attività. In più punti, inoltre, la realizzazione della condotta avrà un impatto notevole su beni archeologici e culturali. Per molti Comuni l’interramento del metanodotto, con le relative servitù, comporterà impedimenti e consistenti limitazioni alle attività agricole” sottolineano i sindaci. “La gravissima crisi climatica in atto, con temperature mai raggiute prima, ghiacciai che si sciolgono e crollano, una persistente siccità con conseguenti notevoli danni all’agricoltura, impongono l’abbandono delle fonti fossili –  tra cui il metano, un gas climalterante più potente della C02 – e  la loro sostituzione con fonti pulite e rinnovabili. Diversamente il pianeta, e con esso la vita stessa di esseri umani, animali e piante, andrà incontro al collasso.
Per tutte queste validissime ragioni abbiamo chiesto al Governo, attraverso un dettagliato documento, di non autorizzare il metanodotto Sulmona – Foligno e nello stesso tempo un incontro al fine di approfondire tutte le tematiche connesse all’opera” concludono.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.