I COMMERCIANTI DI PIAZZA GARIBALDI: IN PERIODO DI GIOSTRA INCENTIVARE PARCHEGGIO S.CHIARA CON SCONTI TARIFFA

Piazza Maggiore è già ormai Campo di Giostra, con i lavori svolti a ritmo spedito. Ma tornano puntuali le lamentele dei residenti e soprattutto degli esercenti. Non c’è solo protesta. Ma anche qualche proposta. Con il tradizionale mercato trasferito in piazza Capograssi, i commercianti tornano a lamentare il disagio per il lavoro e gli incassi che scendono. La piazza inaccessibile renderebbe la vita difficile ai titolari delle attività commerciali. Santino Tucci, titolare di uno storico bar della piazza dice: “La Giostra si deve fare, perché è motivo di orgoglio, ma bisogna anche venire incontro agli esercenti. Quest’anno la piazza è stata chiusa dodici giorni prima ed il mercato invece di spostarlo il mercoledì, lo hanno fatto di sabato e non occorrono tutti questi giorni, dato che per la preparazione della piazza bastano quattro, cinque giorni “.

“Chi di dovere, potrebbe considerare i disagi di noi esercenti e fare una revisione al piano giostra, apportando modifiche, come ad esempio: le tempistiche e lasciare il mercato prendendo i giorni essenziali per la preparazione della manifestazione e chiudere la piazza in prossimità della stessa” sostiene il barista, concludendo che nel periodo della Giostra andrebbe incentivato l’utilizzo del parcheggio di S.Chiara, con uno sconto sulla tariffa. La più dura è la titolare di un negozio di alimentari.”È uno schifo, nei primi tempi ho anche offerto la mia collaborazione agli organizzatori della manifestazione, ma per come sono andate le cose nel tempo, con rammarico mi sono dovuta ricredere“ – dice – noi esercenti non abbiamo voce in capitolo, non l’abbiamo mai avuta e temo che sarà inutile parlare della solita questione, perché mai l’avremo”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.