STAZIONE FERROVIARIA DI SULMONA, AL VIA L’ESPERIMENTO TRENO-AUTOBUS

Adesso è anche sul sito di Trenitalia la novità del biglietto treno più autobus per Sulmona. Arrivare in treno alla stazione di Sulmona e raggiungere, in assoluta comodità, il centro storico o l’ospedale SS. Annunziata, nell’assoluto rispetto dell’ambiente,  con tempi e costi vantaggiosi e in totale sicurezza, lasciando l’automobile in garage. Questi sono alcuni dei tanti “plus” della nuova soluzione intermodale, frutto della sinergia tra Trenitalia e il Comune di Sulmona, per agevolare l’utilizzo del treno in combinazione con i bus urbani del capoluogo peligno.  Dal lunedì al sabato, dal piazzale antistante la stazione di Sulmona partiranno e arriveranno corse bus in combinazione con gli orari dei treni regionali, con tempi di interscambio adeguati a consentire un facile trasbordo.Il ticket combinato treno+bus si può acquistare su tutta la rete di vendita Trenitalia: sul sito web trenitalia.com, su App Trenitalia, nelle biglietterie, le self-service, le agenzie di viaggio del circuito Trenitalia e nei punti vendita autorizzati. Anche questi nuovi collegamenti rientrano fra le attività del Polo passeggeri del Gruppo FS Italiane, di cui Trenitalia è capofila, e nel progetto di sviluppo dell’intermodalità verso l’affermazione del “Mobility As A Service – MAAS” che, attraverso l’interscambio ferro/gomma, con un unico biglietto, permette alle persone spostamenti door to door efficienti e sostenibili. “La nuova amministtazione comunale sta lavorando fin dal primo momento ad una riorganizzazione del settore del trasporto urbano, mirando ad un suo rilancio – sottolinea l’assessore Attilio D’Andrea- abbiamo iniziato con l’assunzione di un nuovo autista ed il contratto per un autista interinale. Inoltre procederemo presto all’acquisto di mezzi nuovi e quindi al rinnovo del parco bus”. “Nessuno possiede bacchette magiche o può pensare a soluzioni rapide, dopo anni e anni di abbandono e trascuratezza nei quali è stato lasciato dai nostri predecessori il settore trasporti – riprende D’Andrea – bisogna lavorare sodo e lo stiamo facendo, i risultati arriveranno. Questo del biglietto intermodale è un primo passo, piccolo se vogliamo ma sicuramente significativo, nel segno di un rilancio dei trasporti urbani, muovendoci con concretezza, al servizio dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.