DASPO URBANO PER IL GIOVANE AGGRESSORE PRESENTATOSI AL BAR CON UNA RONCOLA

Minacce, lesioni personali aggravate e daspo urbano. Queste le accuse della Polizia ed il provvedimento del Questore dell’Aquila a carico del giovane che nel maggio scorso si presentò in locale in piazzale San Francesco di Paola, con una roncola aggredendo un altro giovane. La Polizia, accorsa sul posto, ha avviato indagini ricostruendo l’accaduto, raccogliendo testimonianze. Il giovane si sarebbe rivolto al rivale con frasi minacciose. Poi buttata via la roncola il giovane aggredito sarebbe stato strattonato e afferrato alla gola, finendo per urtare con la testa contro la saracinesca di un altro locale. A causa dell’aggressione subita il giovane ha riportato ferite giudicate guaribili in trenta giorni. Compiuti questi accertamenti sull’episodio l’aggressore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Sulmona per minacce e lesioni personali aggravate. Residente a Pacentro l’aggressore ha anche precedenti per guida in stato d’ebbrezza ed oltraggio a pubblico ufficiale, per aver rifiutato l’accertamento del tasso alcoolemico alla guida e per possesso di sostanza stupefacente. Pertanto, in collaborazione con la Divisione Anticrimine della Questura, sono stati svolti gli opportuni accertamenti che hanno portato all’adozione, da parte del Questore dell’Aquila, della misura di prevenzione del cosiddetto “Daspo Willy” e, pertanto, il denunciato, per diciotto mesi, non potrà più recarsi nei luoghi della vita notturna di Sulmona, pena la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.