ISPETTORE DI POLIZIA PENITENZIARIA SVENTA TRAGEDIA IN PISCINA SALVANDO BAMBINA DA ANNEGAMENTO

E’ stato un ispettore della polizia penitenziaria, in servizio nel carcere sulmonese, a salvare da annegamento una bambina di sette anni. La tragedia è stata sfiorata ieri in un villaggio con piscina in un centro del comprensorio peligno. A dare l’allarme sul rischio di annegamento della piccola, il fratello di soli nove anni, che gridando aiuto ha richiamato l’attenzione del poliziotto. L’ispettore si è tuffato in piscina riuscendo ad afferrare la bambina e tirarla via dall’acqua con tutta prontezza. L’ispettore era in piscina per un momento di riposo dal lavoro, essendo stato peraltro tra i poliziotti penitenziari aggrediti giorni fa da un detenuto. E proprio a lui è toccato sventare la tragedia. Il dirigente della Uil-Pa, Mauro Nardella, ha già chiesto al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e al Ministro della Giustizia un riconoscimento per l’ispettore. 

Un pensiero su “ISPETTORE DI POLIZIA PENITENZIARIA SVENTA TRAGEDIA IN PISCINA SALVANDO BAMBINA DA ANNEGAMENTO

  • 18 Luglio 2022 in 13:40
    Permalink

    bene,premio? Un dovere intervenire,il sindacalista cerca visibilita’, i problemi del penitenziario sono sempre gli stessi,nessuna soluzione,doveri e diritti ,le domande : i genitori dov’erano,la struttura rispetta le disposizioni di Legge : riempimento,profondita’ acqua,sicurezza bagnino,ecc,ecc ,tutto in regola? Un dovere chiedere,altro che premio,o no?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.